Ritorna ArtePadova, mostra mercato d’arte moderna e contemporanea alla 29esima edizione

Dal 16 al 19 novembre (con preview il 15) ritorna la storica mostra mercato dedicata ad artisti e correnti del secolo scorso, con un occhio puntato sulle nuove generazioni. Ecco i dettagli

Jacques Villeglé, Boulevrd De La Gare decollage applicato su tela, cm 87x137,5, 1973
Jacques Villeglé, Boulevrd De La Gare decollage applicato su tela, cm 87x137,5, 1973

Oltre 15 mila opere in mostra su 28.000 mq di superficie, oltre 300 espositori partecipanti e una media di 26.000 visitatori all’anno: sono questi i numeri di ArtePadova, storica mostra mercato d’arte moderna e contemporanea di cui quest’anno si svolgerà la 29esima edizione, dal 16 al 19 novembre (con preview il 15) presso i padiglioni 1, 7 e 8 di Padova Fiere. Un’occasione di incontro per operatori, visitatori, investitori e collezionisti, e un’opportunità per vedere esposti i nomi più noti dell’arte moderna e contemporanea a fianco di artisti emergenti: infatti, il padiglione 1 sarà dedicato alla sezione Contemporary Art Talent Show (C.A.T.S.), riservata a gallerie, associazioni, artisti indipendenti e collettivi che presentano opere d’arte “Under 5.000 euro”, arricchita quest’anno dal Premio C.A.T.  e dalla 2^ edizione del Premio Mediolanum.

Michelangelo Galliani, HYPHNOS, 2017, marmo statuario di Carrara e piombo, cm70x70cm, kg15
Michelangelo Galliani, HYPHNOS, 2017, marmo statuario di Carrara e piombo, cm70x70cm, kg15

GLI ARTISTI AFFERMATI…

Come da tradizione, anche quest’anno ArtePadova punterà i propri riflettori su correnti artistiche e stili che hanno contraddistinto il Novecento, con opere che vanno dal Futurismo all’Informale, dall’Arte Zero alla Pop Art, per approdare fino all’Arte Concettuale e all’Arte Povera. Per i collezionisti alla ricerca di grandi nomi, la mostra presenterà una selezione dei più noti interpreti dell’arte italiana del ‘900, come Lucio Fontana, Mario Sironi, Achille Perilli, Arnaldo Pomodoro, Mimmo Rotella, per citarne solo alcuni. Per chi invece è interessato al cosiddetto “oceano blu” del mercato, la kermesse proporrà artisti dalle quotazioni sempre più in ascesa, fra cui Paolo Cotani, Beatrice Gallori e Tino Stefanoni; inoltre saranno riproposte anche quest’anno le opere del gruppo d’avanguardia giapponese Gutai, degli artisti italiani dell’Estroflessione e del fotografo Nobuyoshi Araki.

…E GLI EMERGENTI

Giunta al suo ottavo anno di vita, la sezione Contemporary Art Talent Show (C.A.T.S.) quest’anno diventerà un trampolino di lancio verso il mercato con il Premio C.A.T., uno strumento per aprire le porte del mondo dell’arte a chi non trova strumenti e canali per proporre le proprie opere. Un’intera area del padiglione 1 sarà dedicata alle opere in lizza per dare massima visibilità ai partecipanti del concorso, cui si aggiunge la seconda edizione del contest Show and Tell – Pensa Crea Mostra, riservato ad artisti, curatori, giovani collettivi under 30: in palio c’è uno spazio espositivo gratuito per presentare in fiera il progetto vincitore.
ArtePadova 2018 consta inoltre di un programma di eventi collaterali, perfomance dal vivo, incontri e conferenze. Segnaliamo in particolare Industria+Cultura=INDUCULT 2.0, progetto a livello europeo della Camera di Commercio di Padova sul patrimonio industriale e sulla valorizzazione delle risorse culturali delle industrie e delle imprese creative locali. In fiera verrà, inoltre, presentato il vincitore del concorso internazionale Arte e Cultura industriale, legato a INDUCULT 2.0.

www.artepadova.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.