Nasce a Cremona Stauffer Center for Strings: alta formazione musicale per strumentisti ad arco

Nella nuova sede della storica Accademia Stauffer, nasce il primo centro musicale internazionale interamente dedicato agli strumenti ad arco. Al via dal 1 ottobre i corsi a numero chiuso. Anche con borse di studio

Palazzo Stauffer © Matteo Blaschich Studio pi-tre
Palazzo Stauffer © Matteo Blaschich Studio pi-tre

È un progetto artistico unico al mondo, interamente dedicato agli strumenti ad arco, che porterà a Cremona il meglio della comunità musicale internazionale nella nuova sede di Palazzo Stauffer, già Palazzo Stradiotti, bellissimo edificio settecentesco restaurato da poco e restituito alla città. Stiamo parlando dell’imminente nascita – il prossimo primo ottobre – dello Stauffer Center for Strings, un’evoluzione della Fondazione Stauffer, costituita nel 1970 a Cremona per volontà del mecenate e imprenditore italo-svizzero Walter Stauffer per favorire e sostenere l’alta formazione musicale per strumentisti ad arco, l’insegnamento della liuteria tradizionale cremonese e la ricerca in ambito musicologico, e della successiva Accademia Stauffer, ambizioso progetto didattico nato nel 1985 a supporto delle future generazioni di musicisti. Ora, entrambe confluiscono nella nuova sede di Palazzo Stauffer di oltre 2000mq: un palazzo storico completamente ristrutturato e convertito a campus polifunzionale altamente tecnologico e sostenibile, con oltre venti sale studio ed aule didattiche ed un progetto di design degli interni firmato Pininfarina.

Cortile interno di Palazzo Stauffer © Melania Dalle Grave e Piercarlo Quecchia DSL Studio
Cortile interno di Palazzo Stauffer © Melania Dalle Grave e Piercarlo Quecchia DSL Studio

PAROLA AL DIRETTORE DELLO STAUFFER CENTER FOR STRINGS, PAOLO PETROCELLI

Grazie alla solidità e alla lungimiranza della Fondazione Stauffer, abbiamo creato un’opportunità straordinaria: realizzare un progetto culturale unico al mondo, concepito per chiamare a raccolta su Cremona le migliori eccellenze artistiche a livello internazionale, a sostegno delle future generazioni di musicisti”, dichiara il Direttore Generale dello Stauffer Center Paolo Petrocelli. “Prendendo ispirazione dalla straordinaria esperienza trentennale dell’Accademia Stauffer e dal percorso di eccellenza tracciato dai suoi storici Maestri, abbiamo sviluppato una visione artistica nuova, fondata sui principi di innovazione, internazionalità, sostenibilità e qualità assoluta. Il nostro motto per l’anno 2021-2022 sarà “elevate talent, celebrate excellence”, eleviamo il talento e celebriamo l’eccellenza per il futuro della musica. Con il progetto del Center, dell’Accademia e dei Labs, la Stauffer accompagna così Cremona a schierarsi definitivamente tra le più importanti capitali mondiali della musica”.

Palazzo Stauffer_© Melania Dalle Grave e Piercarlo Quecchia DSL Studio
Palazzo Stauffer_© Melania Dalle Grave e Piercarlo Quecchia DSL Studio

TRA LE NOVITÀ GLI STAUFFER LABS

Tra le principali novità sono da segnalare gli Stauffer Labs, nuovi dipartimenti creativi per la ricerca musicologica, la composizione, la liuteria, la produzione musicale, il management artistico e l’innovazione e i media. Tra questi: il workshop di composizione per archi con il Premio Pulitzer per la musica Caroline Shaw, il media lab con BBC Music Magazine e i seminari sull’innovazione con il metaLAB (at) Harvard e il Karajan Institute. Agli storici Maestri dell’Accademia Stauffer – Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Antonio Meneses, Franco Petracchi e il Quartetto di Cremona – si affiancano i nomi più prestigiosi della comunità artistica internazionale, fra cui Lisa Batiashvili, Daniel Hope, Viktoria Mullova, Julian Rachlin, Lawrence Power, Antoine Tamestit, Sol Gabetta, Steven Isserlis, Mischa Maisky, Alisa Weilerstein, Uxía Martínez Botana, Ödön Rácz, Caroline Shaw.

BORSE DI STUDIO GRATUITE PER POCHI STUDENTI SELEZIONATI

Lo Stauffer Center si posiziona così tra le istituzioni artistiche più avanzate ed innovative a livello globale, rilanciando la missione originale dell’Accademia Stauffer rivolta a favorire, supportare ed accompagnare la crescita artistica e professionale delle nuove generazioni di musicisti, attraverso programmi innovativi di altissimo profilo artistico, erogati in formula interamente gratuita per un numero selezionato di allievi, grazie a borse di studio a copertura totale sostenute dalla Fondazione Stauffer. Le iscrizioni ai corsi sono aperte ed è possibile candidarsi attraverso il nuovo sito dello Stauffer. 

– Claudia Giraud

www.stauffer.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).