Cécile Debray è la nuova direttrice del Museo Picasso di Parigi. Nominata da Macron

La storica dell’arte, prima alla guida del Museo dell’Orangerie, prende il posto di Laurent Le Bon, che ora dirige il Centre Pompidou. La sua carriera professionale vanta collaborazioni con le più importanti istituzioni artistiche di Parigi, come il Centre Pompidou e il Musée de l’Orangerie

Ceciel Debray ph. Epicure2000 via Wikipedia
Ceciel Debray ph. Epicure2000 via Wikipedia

È la consacrazione del percorso professionale di Cécile Debray, 54 anni, nominata dal presidente francese Emmanuel Macron – su proposta del ministro della Cultura Roselyne Bachelot – nuova direttrice del Museo Picasso di Parigi. Tra le sfide a cui sarà chiamata a rispondere, c’è quella di intensificare le attività espositive, educative e formative del museo, attrarre il pubblico e le altre istituzioni, continuando a promuovere l’opera di Picasso e contestualizzandola ancora di più nell’epoca presente. Dovrà poi concentrarsi sull’anniversario del 2023, in cui cade la ricorrenza dei cinquant’anni dalla morte dell’artista. Il Museo Picasso consiste oggi nella più vasta e ricca collezione pubblica al mondo sul Maestro spagnolo, con 5.000 opere e decine di migliaia di pezzi d’archivio. Il suo patrimonio comprende pittura, scultura, incisione, illustrazione, ma anche una documentazione composta da disegni, schizzi, studi, bozze, quaderni, fotografie, libri illustrati e film che trattano del processo creativo di Picasso.

Museo Pablo Picasso © Silvia Neri
Museo Pablo Picasso © Silvia Neri

CÉCILE DEBRAY ALLA GUIDA DEL MUSEO PICASSO DI PARIGI

Cécile Debray, specializzata in pittura moderna e contemporanea, vanta una carriera costellata di incarichi importanti svolti nei più importanti musei di Parigi. Debray è stata prima curatrice capo al Centre Pompidou, dal 2008 al 2017; ha poi diretto il Musée de l’Orangerie di Parigi gestendo l’ampia collezione di cui le opere iconiche sono le grandi Nymphéas di Claude Monet. Durante questi quattro anni, ha dato nuova visibilità all’istituzione parigina dedicata all’impressionismo e al post-impressionismo. Rilevanti sono state le mostre da lei curate su artisti centrali della storia dell’arte del primo Novecento, come Henri Matisse, Paul Cézanne e lo stesso Picasso. La nuova direttrice prende il posto di Laurent Le Bon, chiamato al Centre Pompidou. “Cécile Debray si impegnerà a mantenere in vita, anche nella mostra epoca contemporanea, l’opera di Pablo Picasso, un artista essenziale della modernità“, ha dichiarato il Ministero della Cultura francese, commentando la sua nomina. “La neo direttrice si impegnerà a rafforzare l’attrattività del museo cercando di fidelizzare il pubblico dell’Ile-de-France, pur perseguendo lo sviluppo territoriale e internazionale dell’istituzione, in particolare in vista della celebrazione del cinquantesimo anniversario dell’opera di Picasso morte nel 2023”.

– Giulia Ronchi

https://www.museepicassoparis.fr/fr

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.