Bilancio positivo per i Musei in Comune di Roma. Incremento visitatori del +20,14%

Circo Massimo virtuale, incontri, piattaforme e contest, e grandi mostre da Hokusai a Canaletto. Ecco tutte le novità dei Musei di Roma, mentre volge al termine l’epoca di Albino Ruberti.

Villa Torlonia, Roma

Un quadro positivo per i Musei In Comune di Roma (Capitolini, Centrale Montemartini, Ara Pacis, Macro, Villa Torlonia, per citarne alcuni): visitatori in crescita  e un incremento da gennaio ad aprile del +20,14 % (dopo buone performance nel 2016, in particolar modo per i piccoli musei resi gratuiti ai tempi di Marino). Complici le mostre dedicate a Artemisia Gentileschi e il suo tempo al Museo di Roma Palazzo Braschi con 127.163 visitatori e Vivian Maier. Una fotografa ritrovata al Museo di Roma in Trastevere con circa 38.000 visitatori fino ad oggi, ma anche alle domeniche gratuite e alla vasta programmazione di eventi di animazione.

FINISCE L’EPOCA RUBERTI

Ha attraversato diverse stagioni politiche, ma soprattutto 19 lunghi anni, Albino Ruberti, amministratore delegato di Zètema, il colosso culturale che gestisce i servizi di 22 musei nella città di Roma. Oggi quella sui numeri dei musei è stata la sua ultima conferenza stampa, un momento in cui ha presentato i risultati, i dati, e anche i progetti futuri che, tuttavia non saranno guidati da lui. Ruberti in realtà aveva dato la disponibilità a proseguire il suo mandato, ma l’amministrazione Raggi ha optato per una discontinuità: al bando per la nuova dirigenza hanno partecipato 300 persone, vedremo. Intanto Ruberti, senza un’ombra di polemiche ma dopo scroscianti applausi, se ne tornerà a lavorare a Civita.

LE NOVITÀ IN ARRIVO: CIRCO MASSIMO VIRTUALE E (FORSE) MUSEI GRATUITI

Tra le nuove iniziative in arrivo nel circuito culturale romano? Pausa Museo Mettiti in Play che invita alle 12,30 e alle 14 (martedì e giovedì), turisti e visitatori a tre incursioni giornaliere musicali e teatrali nei musei a ingresso gratuito (Museo Napoleonico, Museo Carlo Bilotti e Museo Giovanni Barracco). Al Circo Massimo arriva invece un bando per la valorizzazione dell’area archeologica attraverso la realtà aumentata e virtuale sul modello di gran successo dell’Ara Pacis. Il nuovo progetto partirà all’inizio del 2018. Villa Torlonia aprirà tutti i sabati sera di giugno dalle 20 alle 24, ma le aperture serali coinvolgeranno anche altre istituzioni, dedicando ogni mese ad un museo. Ottobre sarà quello dedicato alle due sedi del MACRO (sempre in attesa di un direttore e di sposarsi con il Palaexpo, “forse settimana prossima” ha detto Luca Bergamo). Successivamente, Bergamo ha, inoltre, dichiarato che l’amministrazione sta lavorando per la gratuità di tutti i Musei in Comune per i residenti nel comune di Roma che sono oggi il 30% circa dei paganti. L’amministrazione comunale è alla ricerca di coperture finanziarie per realizzare questo progetto nel 2018.

GIOVANI MUSICISTI E VIDEO CONTEST SOCIAL

Le porte dei musei civici romani (e di alcuni spazi culturali gestiti da Roma Capitale) si aprono ai giovani musicisti, attori e performer fra i 18 e i 30 anni. Entro il 21 giugno 2017 potranno mandare un video di presentazione che sarà caricato su Facebook: i più graditi potranno esibirsi in pubblico in un programma di iniziative realizzate da musei in comune. A partire da ottobre i musei civici ospiteranno un programma di incontri in 7 percorsi. Gli appuntamenti spazieranno dall’arte contemporanea all’illustrazione e il fumetto, dalla letteratura ai laboratori, alle visite guidate tematiche e animate alle conferenze. Entro l’autunno la Sala delle Colonne al piano terra della centrale Montemartini sarà riallestita come spazio espositivo perché, ha spiegato Claudio Parisi Presiccele mostre spingono i visitatori a tornare“. Ma non mancheranno le grandi mostre: da Piranesi a Palazzo Braschi, Hokusai all’Ara Pacis, ma soprattutto Canaletto che in  primavera sarà protagonista di una mostra al Museo di Roma; gli eventi espositivi del 2018 si concluderanno con la grande e attesissima mostra della Collezione Torlonia nei nuovi spazi espositivi dei Musei Capitolini all’interno di Palazzo Caffarelli.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.