Ha fatto da poche settimane il suo debutto in libreria “Diego Rivera. L’arte, l’amore, la furia”, il primo fumetto dedicato al muralista messicano. Un grande affresco che è allo stesso tempo una biografia, un carnet di viaggio e una dichiarazione d’amore verso un artista unico (e ancora tutto da conoscere)

Le biografie a fumetti dedicate ai grandi maestri dell’arte non sono certo una novità. Basta fare un giro tra gli scaffali della nostra libreria di fiducia per accorgerci della sempre crescente quantità di volumi illustrati in omaggio alle vite straordinarie di Vincent van Gogh, Jackson Pollock, Keith Haring e “colleghi”. Mai prima d’ora, tuttavia, era accaduto che ad attirare le attenzioni di un autore di comics fosse Diego Rivera – il muralista messicano meglio noto per la sua tormentata storia d’amore con la pittrice Frida Kahlo.

LA VITA DI DIEGO RIVERA

A colmare questa lacuna sono oggi Andrea Voglino e Luca Bertelè, rispettivamente sceneggiatore e disegnatore del nuovo graphic novel Diego Rivera. L’arte, l’amore, la furia.
Edito da Centauria, nell’ambito della serie dedicata alle biografie illustrate dei grandi maestri del passato, il libro ripercorre la vita dell’artista di Guanajuato raccontando sia l’uomo che la sua memorabile produzione. La formazione tra il Messico e la Spagna, il lavoro mastodontico e sanguigno, gli amori, i viaggi e l’impegno politico sono i temi principali attorno a cui ruota il volume. Il risultato è un compendio a colori che intreccia i luoghi e i travagli del Messico, l’orgoglio del suo popolo e le sue tradizioni, alle scorribande di un uomo sfuggente per natura, capace di grandi traguardi e memorabili cadute.

Andrea Voglino & Luca Bertelè – Diego Rivera (Centauria, Milano 2021)
Andrea Voglino & Luca Bertelè – Diego Rivera (Centauria, Milano 2021)

DIEGO RIVERA: UNA PERSONALITÀ STRABORDANTE

Una graphic biography su Diego Rivera, più che un omaggio, è un atto dovuto. Non tanto per il suo ruolo nella storia dell’arte contemporanea, quanto per la personalità dell’uomo”, racconta Voglino nell’introduzione al volume.
Parafrasando la definizione scherzosa che descrive ogni grande città messicana come un pueblo enorme, un paesino enorme, potremmo azzardare che Diego è stato un hombre enorme, un uomo vasto: il tizio che puoi ritrovarti accanto in pausa pranzo al bancone del comedor dove tutti i giorni vai a sfondarti di birra e tacos, ma che probabilmente da lì a qualche ora rivedrai in TV attovagliato con una star di Hollywood, un presidente o un esule politico. Soprattutto, uno di cui non fidarsi mai: perché dietro la maschera dei modi schietti e dell’aspetto apparentemente inoffensivo potrebbe nascondersi qualche tiro mancino – una promessa non mantenuta, uno schizzetto senza pretese venduto a un prezzo da gringo o un attentato all’indissolubilità del tuo matrimonio”.

Andrea Voglino & Luca Bertelè – Diego Rivera (Centauria, Milano 2021)
Andrea Voglino & Luca Bertelè – Diego Rivera (Centauria, Milano 2021)

LA GENESI DEL FUMETTO SU DIEGO RIVERA

In questo fumetto abbiamo provato a fissare tutto quello che ci è stato tramandato su di lui dalle cronache ufficiali: vita, opere, peregrinazioni, amori, amicizie, passioni, acciacchi, idiosincrasie, memorie, sfuriate”, continua Voglino. “Un’impresa che non sarebbe stata possibile senza una relazione di lunga data con la Terra dell’Aquila e del Serpente. E senza i disegni di Luca Bertelè e i colori di Manuela Nerolini. Compagni di avventure fenomenali nel restituire concretezza, dettagli e forza espressiva alle decine di personaggi e storie delineati in questo volume. Alla fine del cammino, resta la soddisfazione di aver realizzato un racconto che è allo stesso tempo una biografia, un compendio di storia americana, un carnet de voyage e una dichiarazione d’amore verso un artista unico, di cui però oltre i confini patrii si parla sempre troppo poco”.

Alex Urso

Andrea Voglino & Luca Bertelè – Diego Rivera. L’arte, l’amore, la furia
Centauria, Milano 2021
Pagg. 128, € 19,90
ISBN 9788869214585
www.centauria.it

Dati correlati
AutoreDiego Rivera
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura (Accademia di Belle Arti di Brera). Laureato in Lettere Moderne (Università di Macerata, Università di Bologna). Corsi di perfezionamento in Arts and Heritage Management (Università Bocconi) e Arts and Culture Strategy (Università della Pennsylvania). Tra le istituzioni con cui ha collaborato in questi anni: Zacheta - National Gallery of Art di Varsavia, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Padiglione Polacco - 16. Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia, Fondazione Benetton (catalogo “Imagus Mundi”), Adam Mickiewicz Institute. Nel 2017 è stato curatore della “Biennale de La Biche”. Dal 2014 scrive di arte per Artribune. Sempre per Artribune cura “Fantagraphic”, la rubrica di fumetti del sito. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali.