Buongiorno Grazia. Numero speciale per la rivista femminile con 10 copertine di Bianca Cedrone

Dal 18 marzo in edicola l’edizione speciale del magazine a sostegno dell’emergenza in Ucraina. Le copertine, ispirate ai valori di pace, femminismo, bellezza e inclusione, saranno acquistabili in NFT. Il ricavato? Alla Fondazione Francesca Rava

Le copertine di Bianca Cedrone per Buongiorno Grazia
Le copertine di Bianca Cedrone per Buongiorno Grazia

Ci sono momenti in cui è doveroso ribadire da che parte si sta. Questo è uno di quei momenti e noi siamo dalla parte della libertà. Lo dichiariamo con questo numero straordinario di Grazia e 10 copertine che sono opere d’arte e rappresentano ciò in cui crediamo: la pace, i diritti umani, la cura del Pianeta, un giornalismo sincero”. Sono le parole di Silvia Grilli, direttrice del magazine femminile Grazia, dal 18 marzo 2022 in edicola con un numero speciale finalizzato al sostegno delle donne e dei bambini in difficoltà in Ucraina, che aggiunge: “aggredendo l’Ucraina, Putin vuole sottomettere una nazione che sta procedendo sulla strada dell’autodeterminazione. Partita come un’operazione di conquista, la guerra del boss del Cremlino è diventata (grazie alla reazione del nostro mondo libero) un conflitto tra due diverse concezioni della storia. Da una parte il progresso, dall’altra l’arretramento evocato da un personaggio sanguinario che comanda con le menzogne, l’oppressione, la morte, considerando di nessun valore le vite degli altri. Grazia, con il suo giornalismo veritiero, privo di fake news, sa con chi stare. Questa edizione, con i suoi valori e il suo impegno, vuole riaffermare la libera informazione, i diritti e la pace, perché non vanno mai dati per scontati”. Buongiorno Grazia – questo il nome del progetto – è composto da 10 copertine da collezione realizzate da Bianca Cedrone, dedicate ai valori di cui il brand si fa portavoce: pace, attivismo, inclusione, bellezza, femminismo, voce, internazionale, visione, salvaguardia del pianeta e moda.  

BUONGIORNO GRAZIA: 10 COPERTINE DI BIANCA CEDRONE 

Questo progetto con Grazia mi ha permesso di esplorare realtà e mondi paralleli con l’estetica onirica e surreale che mi rappresenta”, spiega Cedrone, artista e grafica che impronta la sua ricerca attingendo a elementi di arte, digital art, design e moda. La collezione realizzata per Grazia è ispirata al desiderio di difendere un mondo più libero e inclusivo, più rispettoso del pianeta e delle persone, dove l’unicità di ognuno è la forza per seguire i propri talenti e realizzare i propri sogni. “Riuscire a raccontare valori così importanti attraverso la mia visione e immaginazione è stata una grande soddisfazione. Credo dunque sia importante trasmettere messaggi profondi attraverso la bellezza e la fantasia e spero che queste opere ne possano essere d’esempio”. Dalla carta al digitale: ogni cover dell’edizione di Buongiorno Grazia, infatti, viene trasformata in NFT (acquistabili sulla piattaforma  manifesto.grazia.it) e accompagnata dalle musiche del compositore  Giovanni Allevi. Il ricavato ottenuto dalla vendita delle opere sarà devoluto al progetto ‘Emergenza Ucraina’ della Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus, nella speranza di fornire un sostegno concreto in una situazione che si fa ogni giorno più drammatica sul piano politico e umanitario.  

– Giulia Ronchi  

https://www.grazia.it/magazine/grazia-presenta-buongiorno-grazia  https://www.instagram.com/Grazia

  

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.