COMUNICATO DI REDAZIONE

In seguito alla recente story pubblicata sui canali personali social Facebook e Instagram dal direttore editoriale di Artribune, la Redazione ha deciso di comunicare quanto segue alle lettrici e ai lettori della testata.

Al netto delle critiche che si possono muovere alla fiera 1:54 attualmente in corso a Londra, e fatta salva la sacrosanta libertà di ognuna e ognuno dei componenti della Redazione di Artribune, qualunque posizione occupi nell’organigramma della rivista, la Redazione stessa si dissocia dalla story pubblicata il 14 ottobre 2021 dal direttore editoriale di Artribune.
Siamo convinte e convinti che il linguaggio e la modalità con i quali vengono mosse delle critiche non siano mai neutrali, così come siamo consapevoli della responsabilità sociale e politica di cui si deve far carico il giornalismo. Ragione per cui ribadiamo che questo non è il linguaggio e queste non sono le modalità con le quali riteniamo che vada articolata qualsivoglia discussione.
In merito alla questione specifica, ricordiamo a tutte le lettrici e a tutti i lettori che la rivista si è da sempre impegnata per approfondirne la complessità, dando voce a protagoniste e protagonisti del dibattito come Zanele Muholi, Meg Onli, Virgil Abloh, David Adjaye, Igiaba Scego. A titolo di esempio, segnaliamo le inchieste pubblicate su Artribune Magazine (Musei alla prova del razzismo: la risposta degli artisti, n. 57; Black Power Black Culture Black Renaissance, n. 49), mentre qui trovate una selezione dei più recenti articoli a essa dedicati:

https://www.artribune.com/dal-mondo/2021/02/arte-pubblica-londra-black-lives-matter-sostituire-statue/

https://www.artribune.com/arti-performative/cinema/2021/01/black-mother-documentario-fotografo-khalik-allah/

https://www.artribune.com/arti-visive/fotografia/2021/01/covid-19-black-lives-matter-mostra-museum-city-new-york/

https://www.artribune.com/television/2020/11/video-the-love-black-eyed-peas-jennifer-hudson-per-joe-biden/

https://www.artribune.com/arti-visive/fotografia/2020/06/black-lives-matter-foto-proteste-los-angeles-fabiano-caputo/

https://www.artribune.com/dal-mondo/2020/06/black-lives-matter-reazione-musei-america/

Marco Enrico Giacomelli
Santa Nastro
Arianna Testino
Giorgia Basili
Irene Fanizza
Giulia Giaume
Claudia Giraud
Desirée Maida
Roberta Pisa
Giulia Ronchi
Valentina Silvestrini
Alex Urso

AGGIORNAMENTO del 15 ottobre ore 16:30

Riprendiamo di seguito e in forma integrale il post pubblicato su Facebook dal direttore editoriale:

Ieri sono incappato in nel più classico degli infortuni social di cui mi debbo scusare.
Dopo aver visitato la fiera sull’arte africana 1:54 alla Somerset House di Londra ho pensato che l’operazione fosse diventata via via negli anni davvero discutibile: ormai gli artisti africani sono pienamente integrati nel sistema dell’arte, delle fiere, delle mostre, delle aste. Non vanno ghettizzati e isolati. La sensazione dopo aver visto la fiera era quella di una riserva che poteva essere percepita come razzista e discriminatoria.
Per esprimere frettolosamente il mio giudizio non positivo sulla fiera, tramite una storia su Instagram, ho adoperato un termine offensivo. Pensavo che il contesto ben spiegasse che lo utilizzavo non in chiave offensiva o in chiave razzista (anzi esattamente all’inverso, proprio per mettere in guardia da quello) ma dobbiamo imparare che alle volte il contesto non basta e conta molto la forma.
Resta il fatto che quando chi ti legge si offende, evidentemente si è fatto ancorché involontariamente qualcosa di offensivo, per cui ho cancellato quel contenuto e mi scuso con chi si è sentito toccato.
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.