Si tratta di un remake della popolarissima canzone Where is the Love della band americana Black Eyed Peas ma con testi rivisti e una potente apertura dell’attrice e cantante Jennifer Hudson che canta sovrapponendosi al discorso che il candidato alla presidenza USA Joe Biden ha tenuto alla Democratic National Convention lo scorso agosto. Nel suo speech Biden ricorda gli eventi di Charlottesville, mentre il video mostra spezzoni dei tragici avvenimenti di tre anni fa, seguiti da un potentissimo coro che intona: “Padre, padre, padre aiutaci. Mandaci una guida dall’alto, perché la gente mi spinge a chiedere: dov’è l’amore?”. Nel video will.i.am rappa sull’odio che dilaga nel mondo, mentre scorrono parole di Biden, supportate dalla musica. L’effetto complessivo scuote, non c’è che dire.

CHI SONO JENNIFER HUDSON E WILL.I.AM

Jennifer Hudson ha vinto l’Oscar, il Golden Globe e il BAFTA per la sua interpretazione di Effie White in Dreamgirls. La sua performance cinematografica di successo le è valsa anche uno Screen Actors Guild Award e un NAACP Image Award. Altre apparizioni cinematografiche famose includono Sex and the City, Secret Life of Bees, Winnie Mandela, The Inevitable Defeat of Mister and Pete e Black Nativity. Il suo acclamatissimo album, Jhud, è entrato nella top 10 di Billboard.
Will.i.am, invece pseudonimo di William James Adams, è il rapper e produttore cinematografico che ha fondato e prodotto i Black Eyed Peas. Ha venduto oltre 90 milioni di copie in tutto il mondo, ricevendo premi che includono sette Grammy Award, due Billboard Music Awards, otto American Music Awards e due MTV Video Music Awards. Come produttore discografico, ha prodotto artisti come Michael Jackson, Miley Cyrus, U2, Rihanna, Lady Gaga, Usher, Justin Timberlake e Nicki Minaj.

– Aldo Premoli

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Aldo Premoli
Milanese di nascita, vive a Noto e Cernobbio. E poi New York e Washington, dove lavorano i suoi figli. Tra il 1989 e il 2000 dirige periodici specializzati nel settore tessile abbigliamento come “L’Uomo Vogue”. Nel 2001 fonda Apstudio e fornisce consulenze ad aziende e associazioni industriali italiane e straniere. Nel 2013 e 2014 dirige “Tar magazine”, rivista di arte, scienza ed etica. Blogger di “Huffington Post”. Direttore della piattaforma super local “SudStyle.it”; senior curator di San Sebastiano Contemporary a Palazzolo Acreide; a Catania ha fondato l’onlus Mediterraneo Sicilia Europa, che si occupa di integrazione scolastica di minori in difficoltà. Dal 2020 visiting professor presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.