Quattro libri da leggere. Tra fotografia e femminismo

Una carrellata di volumi che spaziano dalla “terapia” fotografica al filone “fantascienza, fantasy e femminismo”. Con un fil rouge di genere che salta all’occhio.

1. FOTOGRAFIA E TERAPIA

Anna D’Elia – Fotografia come terapia (Meltemi Editore, Sesto San Giovanni 2018)

Siamo dentro quel filone un po’ ambiguo dell’arte-terapia? Nient’affatto. Qui la terapia è quella garantita da un certo modo di fare fotografia e di guardare il mondo. E poi di raccontarlo con una scrittura raffinata, coinvolgente – come sa fare egregiamente Anna D’Elia. Seguire così il percorso di Luigi Ghirri è ancora più emozionante.

Anna D’Elia – Fotografia come terapia
Meltemi Editore, Sesto San Giovanni 2018
Pagg. 154, € 15
ISBN 9788883537820
www.meltemieditore.it

2. RILKE E CÉZANNE

Paul Cézanne (5 Continents, Milano 2018)

Una trentina di lettere che Rainer Maria Rilke invia in gran parte alla moglie Clara. Tutte riguardanti Cézanne, che folgorò il poeta in occasione della retrospettiva parigina del 1907. Qui ricostruita con acribia filologica. Libro delizioso, in arrivo anche in versione italiana per Jaca Book.

Paul Cézanne
5 Continents, Milano 2018
Pagg. 200, € 37
ISBN 9788874398300
www.fivecontinentseditions.com

3. SOFONISBA ANGUISSOLA

Giovanna Pierini – La dama con il ventaglio (Mondadori Electa, Milano 2018)

Se fosse un film, sarebbe un biopic. La vita un poco romanzata di una pittrice. Chi sarà mai? È l’artista che più d’ogni altra, in Italia, rischia di subire l’inflazione à la Frida Khalo. È Sofonisba Anguissola (1532-1625), una vita vissuta pericolosamente fra Cremona, Genova, Palermo e Madrid.

Giovanna Pierini – La dama con il ventaglio
Mondadori Electa, Milano 2018
Pagg. 192, € 18.90
ISBN 9788891811776
www.electa.it

4. FANTASCIENZA, FANTASY E FEMMINISMO

Ann & Jeff Vandermeer (a cura di) Le visionarie (Nero Editions, Roma 2018)

Il progetto Not di Nero Editions mette a segno colpi su colpi. In questo tomone sono raccolti 29 racconti che seguono il triplice filo(ne) di “fantascienza, fantasy e femminismo”. A curare l’antologia, la coppia esplosiva composta da Ann & Jeff VanderMeer. 500 pagine che si divorano d’un fiato.

Ann & Jeff Vandermeer (a cura di) ‒ Le visionarie
Nero Editions, Roma 2018
Pagg. 536, € 25
ISBN 9788880560074
http://not.neroeditions.com/

Marco Enrico Giacomelli

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #46

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua 
inserzione sul prossimo Artribune

Dati correlati
AutorePaul Cézanne
CuratoreAnna D'Elia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Nel 2018 ha curato la X edizione della Via del Sale in dieci paesi dell'Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV e Ca' Foscari di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.

LEAVE A REPLY