Storie d’artista (2). Otto libri per l’estate

Secondo appuntamento con i consigli editoriali per le vacanze estive. Dopo le storie che raccontano gli artisti, otto libri di artisti che raccontano la propria storia.

1. CAPRE CAPRE CAPRE!

Adrian Piper, Meta arte (Castelvecchi)

L’invettiva di Sgarbi vale pure per chi, alla proclamazione del Leone d’oro della Biennale 2015, si chiese: “Adrian Piper chi?”. È un’artista – con l’apostrofo: è donna – che, fra l’altro, ha scritto questo libretto deliziosamente complicato.

Adrian Piper – Meta-arte – Castelvecchi
www.castelvecchieditore.com

2. FECONDI ERRORI

Stefano Arienti. Fuori registro (Corraini)

Che splendidi libri d’artista produce la Galleria Civica di Modena! Questo, poi, è di Stefano Arienti, talentuoso autore di un’opera che merita attenzione, ancora più attenzione.

Stefano Arienti. Fuori registro – Corraini
www.corraini.com

3. MEMORIE CARNALI

Monica Biancardi. RiMembra (Damiani)

Le bretelle di una donna, il crocicchio in un parco. Sono tutti dittici misteriosamente risonanti quelli elaborati negli anni da Monica Biancardi: fotografie letteralmente animate, che ancor più si ravvivano grazie ai versi di Gabriele Frasca.

Monica Biancardi. RiMembra – Damiani
www.damianieditore.com

4. RIVERA SECONDO LUI

Diego Rivera, La mia arte, la mia vita (Johan & Levi)

Il muralismo è lui, Diego Rivera. Una vita avventurosa, giocata al massimo dell’impegno, fra arte e politica. La sua autobiografia è un magnifico esempio di revisionismo: quello che ognuno di noi applica quando parla di sé.

Diego Rivera – La mia arte, la mia vita – Johan & Levi
www.johanandlevi.com

5. IL VOLO DELLA SCULTURA

Paolo Icaro. faredisfarerifarevedere (Mousse Publishing)

Colpiti dalla Foresta metallica di Paolo Icaro all’ultima Art Basel Unlimited? Volete capire chi è e cosa fa quest’artista classe 1936? È fresco di stampa il volume che fa per voi, realizzato grazie alle gallerie P420 e Massimo Minini e curato da Lara Conte.

Paolo Icaro. faredisfarerifarevedere – Mousse Publishing
www.moussepublishing.com

6. MUSICA RIBELLE

Giuseppe Chiari, Musica Madre (Prearo)

Poi la musica brutta diverrà bella. Un giorno, improvvisamente”. Un haiku da un libro prezioso di/su Giuseppe Chiari, che valorosamente Giampaolo Prearo ha rieditato e ampliato. Con un memorabile testo di Tommaso Trini.

Giuseppe Chiari – Musica Madre – Prearo
www.prearoeditore.it

7. SI TORNA A SCUOLA

Nicolò Degiorgis. Heimatkunde (Rorhof)

Heimatkunde: quel senso di appartenenza frutto di relazioni con luoghi e persone. Nicolò Degiorgis ha trasformato in libro d’artista il suo quaderno di bimbo. E ognuno può personalizzarlo. In attesa della mostra a Museion.

Nicolò Degiorgis – Heimatkunde – Rorhof
www.rorhof.com

8. COPPIE INOSSIDABILI

Giorgio Bonomi, Pino Pinelli (Rubbettino)

In un’era in cui l’attaccamento alla maglia (ogni riferimento al calcio non è casuale) pare fuori moda, il rapporto fra il critico Bonomi e l’artista Pinelli spicca come non mai. Qui sono raccolti trent’anni di scritti dell’uno per l’altro. Che tenacia!

Giorgio Bonomi – Pino Pinelli – Rubbettino
www.rubbettinoeditore.it

Marco Enrico Giacomelli

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #38

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Nel 2018 ha curato la X edizione della Via del Sale in dieci paesi dell'Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, la Libera Università di Bolzano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV e Ca' Foscari di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.