Tutti gli eventi di Tempo di Libri, la nuova esposizione milanese dedicata all’editoria

Tutti gli eventi da non perdere nell’ultimo week end dell’esposizione milanese dedicata al libro e alla lettura. In “ordine alfabetico” gli appuntamenti da segnarsi in calendario.

Tempo di Libri
Tempo di Libri

Non è andata molto bene Tempo di Libri, promossa da La Fabbrica del Libro a Milano, almeno fino ad oggi. La nuova esposizione milanese dedicata al libro e alla lettura negli spazi di Rho Fiera Milano, non ha registrato quel grande successo di pubblico che gli organizzatori si aspettavano. Ma c’è tempo fino al 23 aprile per recuperare. Il programma è fitto e variegato, se consideriamo gli eventi ospitati al polo fieristico come anche quelli disseminati per l’area metropolitana e in collaborazione con il sistema bibliotecario del Comune di Milano. L’invito degli organizzatori a selezionare gli incontri e le attività di maggior interesse per il singolo visitatore impiega quale chiave di lettura l’alfabeto, dove non può mancare la @, riferita agli appuntamenti che riguardano in particolare il mondo del digitale e del web.
Eccone alcuni da segnare in calendario.

www.tempodilibri.it

-Lucia Grassiccia

1A COME ARCHITETTURA

Gio Ponti. Vita e percorso artistico di un protagonista del XX secolo

 

Mauro Pratesi e Francesco Gurrieri hanno presentato Gio Ponti. Vita e percorso artistico di un protagonista del XX secolo. All’interno di un dialogo sul ruolo di architetti e progettisti oggi, invece, il 23 aprile verrà lanciato il primo numero della rivista ARDETH (Architectural Design Theory), in collaborazione con Rosenberg & Sellier. Sono presenti Francesca Frassoldati, Alessandro Armando, Marco Biraghi e Ilaria Valente, modera Leonardo Caffo (h. 12,30 Sala Helvetica, Pad. 2, alla Z di Zaha Hadid).

2F COME FUMETTO

Una tavola di Rutu Modan

 

Se Lucca Comics & Games ha presentato ufficialmente il prossimo festival dedicato a fumetto, videogames e animazione dall’1 al 5 novembre, presso lo stand di LC&G sarà allestita una mostra di Rutu Modan, fumettista e illustratrice israeliana, autrice di celebri graphic novel.
Nella stessa sala il 22 aprile alle 13,30 Peter Kuper e Luca Valtorta presenteranno La farfalla messicana, mentre alle 14,30 Zerocalcare dialogherà con Chiara Valerio e Antonio Gnoli. Fino al 23 aprile sarà possibile visitare alla Villa Visconti d’Aragona (Sala degli Affreschi) la mostra Segni (curata da Cristoforo Moretti) dedicata a Sergio Toppi, punto di riferimento del fumetto italiano; in occasione dell’esposizione, il 22 aprile è previsto inoltre un incontro con il padre di Martyn Mistère Alfredo Castelli.

3G COME GRAFICA

Robinson

 

Allo stand Casa Corriere (Corriere della Sera) tutti i giorni è possibile incontrare gli artisti che disegnano per la Lettura, illustrazioni e graphic novel. Anche Robinson, l’inserto culturale di Repubblica, ha un proprio stand che ospiterà lezioni di grafica creativa e incontri con gli studenti. Per la I di “illustrazione”, la Fiera sceglie di affidare la propria immagine all’illustratore Magoz, barcellonese errante che adopera per il logo un libro al contempo porta, finestra, punto di passaggio verso un mondo altro.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Lucia Grassiccia
Lucia Grassiccia è nata a Modica (RG) nel 1986. Dopo una formazione tecnico-linguistica ha studiato presso l’Accademia di belle arti di Catania, dove ha contribuito a fondare e dirigere un webzine sperimentale (www.hzine.it) gestito da un gruppo di allievi dell’accademia. Per hzine ha svolto principalmente attività di giornalista, titolista, editing. Dal 2008 scrive saltuariamente per il quotidiano web locale Nuovascicli Ondaiblea, soprattutto recensioni su libri e mostre. Nel 2010 inizia la collaborazione con Exibart che a breve si sospende e prosegue con la redazione di Artribune. Cura saltuariamente i testi critici per alcune associazioni e gallerie (vedi The White Gallery, Milano). Nel 2013 pubblica il romanzo ebook Elevator (Prospero Editore) e inizia a collaborare occasionalmente con la rivista Look Lateral. Nello stesso anno completa gli studi in arteterapia clinica presso la scuola Lyceum Vitt3. Attualmente vive a Milano.