Al V&A Museum di Londra una grande mostra racconta la storia delle mitiche Uova Fabergé

È in corso fino all’8 maggio 2022 “Fabergé in London: Romance to Revolution”, mostra che racconta vicende di vita e d’arte dell’orafo russo inventore delle celeberrime uova-gioiello. Esplorando un evento della sua vita poco noto: sapevate che di Fabergé esisteva una filiale proprio a Londra?

Installation shot of Faberge in London, Romance to Revolution at the V&A, from November 20 to May 8
Installation shot of Faberge in London, Romance to Revolution at the V&A, from November 20 to May 8

È dedicata a un’indiscussa icona del lusso, dell’arte applicata e del design la mostra in corso al Victoria&Albert Museum di LondraFabergé in London: Romance to Revolution, la prima mai organizzata nel Regno Unito sulla storia e all’opera di Peter Carl Fabergé (San Pietroburgo, 1846 – Losanna, 1920), gioielliere e orafo russo creatore delle celeberrime Uova Fabergé, prodotti di alta gioielleria realizzati con metalli e pietre preziose nello stile delle uova di Pasqua. La mostra, in particolare, racconta un aspetto poco noto dell’attività di Fabergé, ovvero l’apertura della sua unica filiale fuori dalla Russia avvenuta nel 1903, proprio a Londra. Con oltre 200 oggetti esposti in tre sezioni, Fabergé in London: Romance to Revolution esplora le tappe fondamentali del successo dell’orafo russo, tra tutte le commissioni imperiali – gli zar della famiglia Romanov commissionavano ogni anno uova da regalare a Pasqua alle rispettive madri e consorti, e ogni uovo inoltre doveva contenere una sorpresa –, il successo ottenuto durante l’Esposizione Universale del 1900 e, naturalmente, l’attività da lui svolta a Londra.  

L’ARTE DI FABERGÉ IN MOSTRA A LONDRA 

“La storia di Carl Fabergé, il leggendario orafo imperiale russo, è una storia di lusso supremo e artigianato insuperabile”, sottolineano Kieran McCarthy e Hanne Faurby, curatori della mostra. “Celebrando gli straordinari risultati di Fabergé, questa mostra si concentra sull’importanza della sua poco nota filiale londinese, l’unica al di fuori della Russia. Ha attratto una clientela internazionale di reali, aristocratici, uomini d’affari. Attraverso le creazioni di Fabergé, la mostra esplora storie senza tempo di amore, amicizia e arrampicate sociali. Conduce il visitatore in un viaggio di arte sublime, fino alla Rivoluzione che ha tragicamente fatto chiudere Fabergé, ricordando la più grande eredità di Fabergé attraverso l’esposizione delle sue iconiche uova di Pasqua”.  

– Desirée Maida 

Londra // fino all’8 maggio 2022
Fabergé in London: Romance to Revolution
V&A Museum
Cromwell Road
www.vam.ac.uk 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.