300 alberi per la più grande opera d’arte pubblica d’Austria. La firma Klaus Littmann

L’artista svizzero allievo di Josef Beuys, Klaus Littmann, per due mesi trasformerà un campo di calcio nella parte più meridionale dell’Austria in una foresta per sensibilizzare sui temi dell’ecologia, dell’arte e dell’artificialità

Image credit Max Peintner, The Unending Attraction of Nature, pencil drawing, 197071, hand coloured by Klaus Littmann in 2018
Image credit Max Peintner, The Unending Attraction of Nature, pencil drawing, 197071, hand coloured by Klaus Littmann in 2018

Per due mesi un campo di calcio diventerà la più grande installazione d’arte pubblica d’Austria. Si tratta del progetto For Forest. Il fascino indomito della natura, un intervento artistico temporaneo di Klaus Littmann (Basilea, 1951) che dal 9 settembre al 27 ottobre 2019 trasformerà lo stadio Wörthersee a Klagenfurt, in Carinzia, in un’autentica foresta. “Tutto questo grazie a una prospettiva completamente nuova e alla grande dimensione dell’installazione artistica, raramente realizzata in questa regione austriaca”, dichiara l’artista svizzero che ha studiato alla Düsseldorf Art Academy con Josef Beuys, “e ciò che più mi importa di questa opera è la percezione che ognuno di noi potrà avere di fronte a qualcosa di provocatorio come un bosco al centro di uno stadio”.

For Forest, Kunstprojekt, Klaus Littmann, Modell Wörtherseestadion Foto by Johannes Puch www.johannespuch.at
For Forest, Kunstprojekt, Klaus Littmann, Modell Wörtherseestadion
Foto by Johannes Puch www.johannespuch.at

L’OPERA FOR FOREST

Ispirato quasi trent’anni fa dall’opera grafica Die ungebrochene Anziehungskraft (Il fascino indomito della natura), un disegno a matita dell’artista e architetto austriaco classe 1937, Max Peintner, che vuole rappresentare gli incubi dell’umanità, For Forest sta per diventare realtà in un moderno stadio nella parte più meridionale dell’Austria, al confine con il Friuli Venezia Giulia,  con l’obiettivo di sensibilizzare un vasto pubblico sui temi dell’ecologia, dell’arte, della natura e dell’artificialità. Grazie alla supervisione dello studio di Enzo Enea, famoso architetto paesaggista svizzero e collezionista di alberi di fama mondiale, circa 300 esemplari tra faggi, ciliegi, aceri, tigli e conifere, alcuni dei quali pesano fino a sei tonnellate ciascuno, verranno piantati sul campo da calcio per dare l’impressione di una foresta nativa dell’Europa centrale. Una volta trapiantata, la foresta assumerà una vita propria, cambierà colore durante il cambio della stagione e attirerà la fauna selvatica.

ARTE PUBBLICA NEGLI STADI

Con una capienza di 30mila spettatori, lo stadio sarà aperto tutti i giorni dalle 10 alle 22 con ingresso gratuito: dalle tribune si potrà osservare lo spettacolo degli alberi con la luce naturale di giorno, e di sera con quella artificiale dei lampioni dello stadio. Una volta che l’intervento artistico si sarà concluso, il bosco verrà trapiantato in un sito pubblico della città di Klagenfurt per diventare un’installazione permanente e un memoriale: “gli spettacoli della natura che oggi ci sembrano normali”, conclude Littman, “un giorno forse si potranno osservare solo in spazi appositi ad essi riservati, come già succede per esempio con gli animali nei giardini zoologici”.

-Claudia Giraud

Klaus Littmann – For Forest. Il fascino indomito della natura
Dal 9 settembre al 27 ottobre 2019
Stadio Wörthersee di Klagenfurt, Südring 207, 9020 Klagenfurt am Wörthersee, Austria

www.forforest.net

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).