Il Getty Research Institute acquisisce l’archivio dell’architetto Frank Gehry

Disegni, modelli, fotografie, corrispondenza e altri documenti relativi a decine di progetti: trent’anni di carriera di Frank Gehry confluiscono nell’archivio del Getty Research Institute, a Los Angeles.

Model of Winton Guest House, Wayzata, Minnesota, Frank Gehry, 1982–1987. Frank Gehry Papers. The Getty Research Institute
Model of Winton Guest House, Wayzata, Minnesota, Frank Gehry, 1982–1987. Frank Gehry Papers. The Getty Research Institute

Non appena sarà elaborato, catalogato e reso accessibile, l’archivio di Frank Gehry contribuirà ad accrescere ulteriormente il ruolo del Getty Research Institute nel panorama architettonico internazionale. Nei giorni scorsi, infatti, l’istituzione statunitense – al cui interno opera come senior curator delle collezioni di architettura la storica e curatrice Maristella Casciato – ha annunciato l’acquisizione di un patrimonio di assoluto rilievo, capace di restituire il ritratto, completo e dettagliato, di un trentennio della carriera di Gehry. Nella raccolta in oggetto sono infatti presenti circa 120.000 disegni, più di 1.000 schizzi, 280 modelli, parziali e completi, documenti relativi a varie fasi progettuali, corrispondenza, oltre 100.000 diapositive legate ai primi step della carriera dell’architetto Pritzker Prize 1989. La considerevole mole di materiali fa riferimento a oltre 280 interventi concepiti, e in parte realizzati, da Gehry tra il 1954 e il 1988. L’attenzione, dunque, si concentra sulla fase che precede alcuni dei progetti iconici – dal Museo Guggenheim di Bilbao alla recente Fondazione Louis Vuitton, a Parigi -; tuttavia, dall’analisi di tale documentazione sarà possibili cogliere anche le varie “traiettorie architettoniche” che descrivono la parabola di questo progettista. Inoltre, il pioneristico impiego dei software di rappresentazione 3D da parte dello studio Gehry rende ora disponibile, all’interno di questa stessa raccolta, anche file digitali di opere come la Disney Concert Hall o il Vitra Design Museum.

DAL 25 APRILE IN MOSTRA UNA PREZIOSA ANTEPRIMA DELL’ARCHIVIO

In occasione delle celebrazioni per il 50° anniversario della partnership tra Berlino e Los Angeles, nel percorso espositivo della mostra Berlin/Los Angeles: Space for Music saranno inclusi disegni, un modello e fotografie relative alla Walt Disney Concert Hall: sarà la prima occasione per visionare il grande archivio. Al Getty Research Institute sono già conservati gli archivi di alcuni dei maggiori architetti del Novecento: dalla Frank Lloyd Wright Collection alla Coop Himmelblau Collection; dalle collezioni dei disegni di Daniel Libeskind, Aldo Rossi e Philip Johnson all’archivio di Yona Friedman; robusta, inoltre, anche la presenza dei progettisti californiani, tra cui Frank Israel, Pierre Koenig, Ray Kappe e John Lautner.

Valentina Silvestrini

http://www.getty.edu/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Dal 2016 coordina la sezione architettura di Artribune, piattaforma per la quale scrive da giugno 2012, occupandosi anche della scena culturale fiorentina. Ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma, città in cui ha conseguito l'abilitazione professionale. Ha intrapreso il percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi presso studi di architettura e all’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero fino al 2011. Successivamente ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia" della Scuola Normale Superiore di Pisa e ha curato gli eventi e la comunicazione della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura, a Perugia. I suoi articoli sono stati pubblicati anche su Abitare, abitare.it, domusweb.it, Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa, Cosebelle Magazine e Sky Arte. Oltre all'architettura, ama i viaggi e ha una predilezione per l'Asia e il Medio Oriente.