Prima della quarantena, Emilia Giorgi ha accompagnato la fotografa Giovanna Silva alla scoperta del Quartiere Coppedè, uno dei più misteriosi di Roma.
Raccontare il “dentro” e il “fuori”, usando creativamente la fotografia. È questo l'obiettivo del progetto “Urbi et Orbi | Casa chiama mondo”, condotto da Luca Andreoni e The Cool Couple per l'Accademia di Belle Arti di Siracusa. Ma c'è anche una call aperta a tutti.
Il Ministero dei Beni Culturali lancia un concorso per giovani fotografi, cheidendo loro di immortalare le città durante il lockdown. Niente soldi però, né un progetto ben articolato. Ancora un’occasione per riflettere su un’idea di Paese che non prescinda dalla ricerca creativa e intellettuale. A corredo alcune immagini di Francesco Faraci, Teresa Imbriani, Fabrizio Intonti e Max Intrisano raccontano Palermo, Bari, Roma nei giorni del Coronavirus.
Il fotografo noto per i suoi ritratti a Gianni Agnelli e Giorgio Armani è scomparso per cause ancora da accertare a Santo Domingo, dove due mesi si era recato in vacanza per poi prolungare il proprio soggiorno a causa dello scoppio della pandemia
Il chitarrista e fotografo francese Vincent Morla, confinato nel suo appartamento di Parigi, reinterpreta sui social le opere che hanno fatto la storia della fotografia: da Vivian Maier a Steve McCurry
Storie di fotografi che hanno puntato l’obiettivo su finestre accese, appena dischiuse, spalancate. Canali d’accesso alla vita segreta di città, quartieri, abitazioni. E si parte proprio da Milano, con un servizio realizzato nei giorni della clausura, combattendo da casa il contagio virale.
Pubblicate dalla rivista americana The Atlantic, da quella tedesca Stern e molte altre nazionali e internazionali, gli scatti del reporter Alberto Giuliani stanno facendo il giro del mondo. I segni della lotta al coronavirus sono tra le immagini emblematiche di questo momento storico. L’intervista.
Si è spento a Marsiglia Gilbert Garcin, tra i protagonisti della fotografia europea. Un surrealista tardivo, che esplorò l’inconscio e il mistero dell'esistenza con spirito di fanciullo, ironia, delicatezza poetica e densità di contenuto.
Scomparso il mese scorso, l’artista è stato ritrovato morto nei boschi di Long Island. I suoi scatti sono diventati famosi per aver raccontato il continente africano attraverso gli animali che lo abitano. Fu amico di Truman Capote, Francis Bacon e Salvador Dalí
La Fondazione Pistoia Musei, che ha organizzato la mostra personale di Sebastião Salgado, attualmente chiusa a causa dell'emergenza sanitaria, mette online per una sera “Il sale della terra”, film sul grande fotografo girato dal figlio Juliano insieme a Wim Wenders. Appuntamento venerdì 24 aprile alle ore 21, registrazione obbligatoria alla mail [email protected]
Dall’assembramento selvaggio al silenzio. Le fotografie di Salvo Alibrio documentano i cambiamenti, legati all’emergenza, che riguardano anche i riti.
La ribellione pare essere il letimotiv dell’edizione 2020: mentre il fotografo giapponese si aggiudica la Foto dell’anno raffigurando un atto di ribellione poetica in Sudan, la Storia dell’anno va a Romain Laurendeau, che documenta il disagio sociale tra i giovani algerini.

I PIÙ LETTI