Come affrontiamo il terremoto oggi? Come lo affrontavamo prima? Un nuovo progetto fotografico riflette, in una mostra a Roma, sul senso del trauma, chiave di lettura del presente
Wilmotte Foundation, Venezia ‒ fino al 27 gennaio 2019. Le architetture di Gio Ponti rilette attraverso l’obiettivo fotografico di Luca Massari.
PAN – Palazzo delle Arti di Napoli ‒ fino al 23 novembre 2018. Gli scatti di Luisa Menazzi Moretti danno voce alla questione dei migranti, anteponendo l’identità individuale a qualsiasi pregiudizio o luogo comune.
60 tappe per sei mesi di tour hanno portato a centinaia di scatti, decine di ore di ripresa, mostrando il dietro le quinte ma anche i momenti più riservati del cantante Lorenzo Jovanotti. Una mostra-evento e un libro raccolgono le foto di Leandro Emede, in anteprima per Artribune.
Km0 Gallery, Innsbruck ‒ fino al 18 gennaio 2019. la galleria di Innsbruck ospita il nuovo lavoro del fotografo Antonio Ottomanelli.
Siamo stati anche quest'anno a Paris Photo e sotto le volte di vetro del Grand Palais abbiamo scelto i migliori 8 stand secondo il nostro modestissimo parere. Ci siete stati anche voi? Cosa ne pensate?
50 anni di terremoti in Italia e 10 anni dal sisma che colpì L’Aquila: la mappa delle Italie fragili in un progetto promosso da Lo Stato delle Cose. Che lancia una call per fotografi e filmmaker. L’intervista ad Antonio Di Giacomo.
In mostra alla Fondazione Carlo Gajani di Bologna dal 9 al 22 novembre 2018, gli scatti di Massimo Baldini trovano nelle parole di Attilio Brilli, autore del testo introduttivo al catalogo qui pubblicato, ulteriori ragioni d’essere. Istantanee da un itinerario che si allontana dalle rassicuranti strade del Grand Tour.
Magazzini Fotografici, Napoli ‒ fino al 2 dicembre 2018. Yvonne De Rosa porta a Napoli una storia dal sapore collettivo, che trae origine da un ritrovamento fortuito.
Stavolta prende la parola Vittore Fossati, uno dei protagonisti del “Viaggio in Italia” di Luigi Ghirri.
Nell’ambito della mostra “Tutta mia la città! Dai tetti della Galleria, il racconto fotografico di Milano”, l’attore propone una performance-visita guidata ispirata ai futuristi che ogni primo lunedì del mese si svolgerà sulla “highline” della Galleria Vittorio Emanuele
Armani/Silos, Milano ‒ fino al 6 gennaio 2019. Gli scatti della fotografa francese si succedono negli spazi di Armani/Silos in base ad accostamenti poetici scelti dalla stessa Sarah Moon. Restituendo un itinerario che va oltre il visivo.

I PIÙ LETTI