È dedicata alle borse la nuova mostra del fotografo tedesco a Napoli, concepita appositamente per gli spazi di Villa Pignatelli. Oltre 600 scatti per interpretare la modernità attraverso i suoi oggetti feticcio
VV8artecontemporanea, Reggio Emilia ‒ fino al 19 maggio 2019. A dieci anni dalla scomparsa di Aldo Tagliaferro, dalla metà degli Anni Sessanta pioniere della fotografia concettuale e protagonista della Mec-Art, la galleria emiliana gli dedica una mostra che comprende opere appartenenti a cinque serie fotografiche. Con alcuni pezzi rarissimi.
A Venezia, la Casa dei Tre Oci dedica a Letizia Battaglia una poderosa retrospettiva. Attraverso duecento scatti, molti dei quali inediti, si ripercorre la sua carriera dagli Anni Settanta a oggi.
Ciò che non ci si aspetterebbe di trovare in un tipico borgo alpino è un open space di 400 metri quadrati dedicato alla fotografia e alla sua divulgazione. Vi raccontiamo la storia di Galleria Immerso.
A seguito di anni di lavoro nelle zone più difficili del pianeta giunge l’ambito premio. Chi è Lorenzo Tugnoli e qual è il percorso che l’ha portato fino a questo punto?
Temi sociali, impegno politico, la vicenda dei migranti: sono un po’ delle costanti nella proposta culturale palermitana. Un documentario e una piccola mostra fotografica si inseriscono bene nella mission del Centro per la Fotografia di Letizia Battaglia. Pochi metri più in là, la combinazione fra arte e denuncia politica funziona molto meno. Succede ai Cantieri Culturali alla Zisa.
Maxxi, Roma ‒ fino al 30 giugno 2019. Gli Anni Cinquanta e Sessanta italiani rivivono nella monografica dedicata dal Maxxi agli scatti di Paolo Di Paolo.
A seguito del disastro in cui gran parte del monumento parigino è andato perduto, vogliamo ricordare la cattedrale attraverso lo sguardo di fotografi e pittori che nel tempo ne hanno immortalato la bellezza.
Casa dei Carraresi, Treviso – fino al 9 giugno 2019. Gli scatti di Inge Morath sono protagonisti della mostra che ne ripercorre la carriera. Fra reportage e ritratti.
La mostra, incentrata sulla contaminazione tra politica e società dello spettacolo, prende parte al circuito di eventi che comprende fondazioni d’arte in tutta Italia.
Museo delle Arti e tradizioni popolari, Roma – fino al 5 maggio 2019. L’istituto Centrale per la Demoetnoantropologia, in collaborazione con il Museo delle Civiltà, dedica una mostra al lavoro fotografico e filmico di Luigi Di Gianni. Dal sud Italia per le inchieste sul magismo fino ai viaggi nell’ex Unione Sovietica per documentare con un forte impatto emotivo la realtà sociale e culturale dell’uomo contemporaneo.
Sono stati annunciati i vincitori della 62esima edizione del World Press Photo Contest, il premio più ambito in assoluto di fotogiornalismo. Come ogni anno, la Word Press Photo Foundation ha selezionato gli scatti più impressionanti.

I PIÙ LETTI