Si è concluso nel mese di dicembre il Festival Teatri di Vetro di Roma, diretto da Roberta Nicolai. La rassegna ha ospitato il complesso progetto “Alphabet” di gruppo nanou. Ne abbiamo parlato con Marco Valerio Amico e Rhuena Bracci.
A Firenze per il festival La democrazia del corpo, Yasmine Hugonnet ha presentato il suo più recente lavoro coreografico, “Chro no lo gi cal / Trio”. Una contesa ricerca sulla flessione del tempo e l’emancipazione del gesto dalla cronologia.
Il regista Roberto Andò rilegge il capolavoro di Shakespeare attraverso il fluire malinconico della mente di Prospero. Colloca la vicenda dentro uno stanzone esondato d’acqua e dominato da libri sospesi, ammucchiati, aperti sul proscenio. Dopo il debutto al Biondo di Palermo, lo spettacolo sarà a maggio allo Strehler di Milano.
La Festa di Roma saluta il 2019 nella Capitale con un denso programma messo a punto dalla Fondazione Romaeuropa. Qui abbiamo dato voce a uno dei protagonisti.
Tre opere, due autori. Un approfondimento sul lavoro di György Kurtág e Luca Lombardo, protagonisti del teatro in musica contemporaneo.
Partono, come di consueto, le nostre classifiche di fine anno con il meglio del meglio. Ecco cosa ci è piaciuto di più, se parliamo di arti performative e teatro. La nostra selezione.
Videoinstallazioni, sassofonisti in sala, lottatori e artisti supremi della voce come David Moss. Il tutto per raccontare il disagio giovanile. Un atto unico al Teatro Comunale di Bologna, a cui va il merito di osare senza timori in ambito operistico.
Un concentrato di rabbia, virtuosismo e passione. Il ballerino ucraino Sergei Polunin incanta tutti con il suo incredibile talento. Eccolo in un video girato dal fotografo e regista britannico Rankin. In attesa di ritrovarlo sul grande schermo
La coreografa Francesca Foscarini muove i danzatori “speciali” di Bassano del Grappa ‒ persone con Parkinson e non ‒, assemblando gesti e movimenti, parole e canto. E creando uno spettacolo sull’arte di resistere.
In arrivo al Romaeuropa Festival con “The Prisoner”, il regista britannico racconta le genesi dell’opera e chiarisce il suo approccio al teatro.
Associazione Teatro di Roma, Associazione Teatro Stabile della Città di Napoli, Fondazione Emilia Romagna Teatro, Fondazione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, Fondazione Teatro Stabile di Torino, Teatro della Toscana, Teatro Stabile del Veneto – Carlo Goldoni. Sono...
Premiere prevista per il 10 settembre. WarholCapote, così si chiama lo spettacolo, nasce da 80 ore di conversazioni intime tra Andy Warhol e Truman Capote. Ecco al storia della straordinaria scoperta dell’artista e regista Rob Roth dai diari di Warhol.

I PIÙ LETTI