La compagnia fondata dalla celebre danzatrice e coreografa statunitense arriva in Italia. Ecco gli spettacoli in programma a Firenze e a Ravenna
Un concentrato di rabbia, virtuosismo e passione. Il ballerino ucraino Sergei Polunin incanta tutti con il suo incredibile talento. Eccolo in un video girato dal fotografo e regista britannico Rankin. In attesa di ritrovarlo sul grande schermo
Dopo la presentazione al Torino Film Festival, arriva nelle sale italiane, solo per due giorni, l'opera sperimentale di Davide Ferrario. I temi? Il corpo, il sesso, l'erotismo, ma anche la potenza della danza come linguaggio espressivo. Ecco il trailer.
L’attore statunitense, da tempo assente sulle scene, ha interpretato i componimenti dello scrittore Gabriele Tinti, ispirati alla statua greca “Pugilatore a riposo” conservata a Palazzo Massimo. Qui il filmato
In arrivo al Romaeuropa Festival con “The Prisoner”, il regista britannico racconta le genesi dell’opera e chiarisce il suo approccio al teatro.
In attesa del futuro restauro, la danza di un gruppo di performer ricoperti di argilla crettata documentata da un video fa rivivere questa immensa opera di land art realizzata da Alberto Burri oltre 30 anni fa.
La celebre star ucraina reinterpreta il leggendario ballerino Nijinsky sulle note della “Sagra della primavera” di Stravinsky, nella coreografia della giapponese Yuka Oishi. Risultato non all’altezza del talento di Polunin.
Lo abbiamo visto in gallerie, musei e nelle principali piazze del mondo. Questa volta però l’artista cinese si cimenta in un ambito nuovo, quello teatrale. Non mancano, tuttavia, rimandi al suo messaggio etico e sociale
Danza contemporanea, versione 2.0. Il tradizionale palcoscenico lascia il posto a un incantesimo di sensori e controller. Hakanai è un esperimento tecnologico: il corpo plasma lo spazio con la luce, confondendo realtà e virtualità...
Colonna portante dello spettacolo “MDLSX” targato Motus, Silvia Calderoni racconta il suo percorso di attrice. Puntando l’attenzione sul valore del corpo e sulla delicata tematica gender.
Si terranno rispettivamente a settembre e ottobre, anziché in estate, il Festival Internazionale del Teatro e il Festival di Danza contemporanea organizzati dalla Biennale di Venezia. Confermate le date già rese note il mese scorso per la Biennale Architettura 2020; invariata la Mostra del Cinema 2020.
Scritto e diretto da Emma Dante, Bestie di scena è uno spettacolo forte e radicale. Corpi nudi, alla ricerca di sé stessi, di una logica, di un approdo. Nuova produzione per il Piccolo di Milano.

I PIÙ LETTI