Cosa significa “Street Art”?. A Milano un evento apre dibattito sul tema divisivo

“Scrivere o disegnare su un muro cosa significa? Che reato si compie?” sono alcune delle domande che animeranno il dibattito sul muralismo e la sua gestione. Nella città dove è appena nato un ufficio dedicato all’arte pubblica

Murales
Murales

Aprire un dibattito sano su un tema talvolta divisivo come la street art, osannata acriticamente oppure criminalizzata senza possibilità di appello, è l’obiettivo dell’evento MURALISMO – Street art, diritto e espressione che si terrà sabato 27 Febbraio 2021, a partire dalle ore 15:30, presso il Parco dei Triangoli di Milano: una piazza più che un parco, un luogo privo di attrattive che fa da ponte tra i palazzoni del quartiere Gallaratese, parte del Municipio 8, e che l’associazione di promozione sociale SpazioTempo Aps sta cercando di valorizzare, anche con iniziative come queste.

COSA SIGNIFICA FARE STREET ART

Scrivere o disegnare su un muro cosa significa? Che responsabilità ci si prende? Che reato si compie? Il segno dell’uomo su un muro è una forma di vita e d’espressione o altro?”, si chiedono i promotori – i già citati SpazioTempo Aps, Municipio 8, insieme al nuovo centro aggregativo giovanile di Zona 8  Ottoemezzo C.A.G. – sulla scia di analoghe proposte che stanno prendendo sempre più piede in città, come il recente webinar di Istituto di Antropologia di Milano che ha visto intervenire esperti di arte, diritto e antropologia sul tema Arte e comunicazione: la street art e le altre forme d’arte nello spazio pubblico, con l’obiettivo di far luce sul limite che separa la libera espressione dell’arte e il danneggiamento di luoghi che appartengono a tutti.

UN VADEMECUM PER LA STREET ART

Senza dimenticare, poi, il recente avvio di un ufficio dedicato all’arte pubblica, con tanto di vademecum per fare street art sui muri di Milano: segno di un’attenzione crescente al fenomeno dell’arte urbana, anche in termini di regolamentazione. “Più che risposte ci facciamo domande affrontando uno dei temi più divisi e mal gestiti degli ultimi anni dentro le città: il muralismo”, continuano gli organizzatori dell’evento di sabato che vede tra i relatori Andrea Cegna, giornalista e attivista, redattore di Radio Onda d’Urto, collaboratore di Radio Popolare e de il manifesto che indaga le relazioni tra writing, street art e logiche repressive anti-degrado. Sul tema ha appunto scritto un libro nel 2018, Elogio alle tag. Arte, writing, decoro e spazio pubblico, con testimonianze di molti artisti italiani di diverse generazioni e approfondimenti di sociologi, urbanisti, scrittori. “La dicotomia degrado/decoro”, scrive Cegna, “non ha radici nella lingua italiana. Decoro non è il contrario di degrado. Il contrario di degrado è miglioramento”. Una delle tante questioni che saranno probabilmente affrontate nel corso dell’evento che vedrà anche lo street artist Pao in veste di curatore di un workshop sull’utilizzo della tecnica stencil e dei colori spray.

– Claudia Giraud

ACQUISTA QUI libri sulla Street art

Evento correlato
Nome eventoMuralismo - Street art, diritto e espressione
Vernissage27/02/2021 ore 15,30
Duratadal 27/02/2021 al 27/02/2021
Genereserata - evento
Spazio espositivoPARCO DEI TRIANGOLI
IndirizzoVia Adolfo Omodeo, 29 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).