Grande murale di Sten Lex a Milano, nell’ambito delle residenze di Casa degli Artisti. Le foto

Si è conclusa con un grande murale partecipato nella zona di via Padova, la Residenza Urban Art ex Convitto Trotter: il pubblico ha contribuito a ideare l’opera insieme al duo di street artist

Sten Lex, Muri Via Padova, Milano 2020 - credits Wunderkammern Elena Domenichini
Sten Lex, Muri Via Padova, Milano 2020 - credits Wunderkammern Elena Domenichini

Presentata lo scorso luglio, si è conclusa la Residenza Urban Art ex Convitto Trotter, esperienza partecipata applicata alla street art. Il pubblico è stato invitato ad ideare, insieme al duo di artisti Sten Lex, un’opera per l’ex Convitto Trotter in via Mosso, angolo via Padova a Milano. Tra gli street artist italiani più conosciuti a livello internazionale, Sten Lex hanno realizzato un grande murale su un caseggiato attiguo a questo edificio comunale di quasi 5000 mq, il più grande tra quelli compresi nel complesso scolastico del Parco Trotter-Casa del Sole. Si tratta di una storica scuola milanese: fino agli Anni Sessanta accoglieva duecento bambini tra i più poveri della città. Presto accoglierà PuntoCom, un hub locale di integrazione sociale, culturale e formativa.

LO STENCIL POSTER DI STEN LEX

Il murale è stato realizzato nella consueta tecnica dello stencil poster, per cui Sten Lex sono noti. Il procedimento prevede la distruzione delle matrici, rendendo i pezzi realizzati dagli artisti unici, irripetibili e soggetti a trasformazione nel tempo. Il cantiere milanese è durato circa due settimane e la cittadinanza ha potuto seguire i lavori attraverso la comunicazione social. La residenza e il murale fanno parte dei progetti di rigenerazione urbana con la street art promossi dalla Casa degli Artisti, realtà in prima linea nella nascita di iniziative che stanno caratterizzando una nuova Milano che vede interagire insieme la sfera pubblica, privata, le aziende, le associazioni non profit e, soprattutto, gli artisti che potranno sperimentare grazie a questi processi inedite soluzioni creative.

LA RESIDENZA A MILANO

La Residenza Urban Art ex Convitto Trotter è stata, infatti, ideata da Associazione Atelier Spazio Xpo’, all’interno del progetto di residenze di Casa degli Artisti, e si inserisce tra le azioni promosse nella zona di via Padova da Lacittàintorno, il programma di Fondazione Cariplo volto a migliorare la qualità della vita nei contesti periferici.  Ecco le immagini del murale e il video…

-Claudia Giraud

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).