“Non so dove sto andando, ma vi prometto che non sarò noioso” diceva David Bowie e non lo è nemmeno la mostra a lui dedicata in corso al Teatro Arcimboldi di Milano, che si reinventa così come uno spazio espositivo d’eccezione.

DAVID BOWIE FOTOGRAFATO DA ANDREW KENT

DAVID BOWIE the PASSENGER, by Andrew Kent raccoglie 50 scatti, diversi cimeli e documenti originali provenienti dall’archivio del fotografo americano, che ha immortalato le superstar del rock degli anni ’70, tra cui Freddie Mercury, Elton John, Jim Morrison, KISS, Iggy Pop e Frank Zappa, anche se indubbiamente, la collaborazione più importante di Kent è stata con David Bowie dal 1975 al 1978.

FOTOGRAFIE E NON SOLO PER RACCONTARE IL PERIODO EUROPEO DI BOWIE

Sono questi gli anni in cui Bowie decide di lasciarsi alle spalle l’esperienza americana, culminata con il successo di un LP come Young Americans e le riprese del film L’uomo che cadde sulla terra, per tornare nella nativa Europa e rifondare la sua carriera. La mostra, che è un’anteprima italiana, ripercorre questo spaccato biografico del musicista, affiancando al percorso fotografico anche gli ambienti che hanno caratterizzato tale periodo: dal vagone del treno che portò Bowie fino a Mosca, alla sua stanza di albergo a Parigi. E ancora abiti, microfoni, macchine fotografiche, dischi, modellini, manifesti, memorabilia varia e proiezioni accompagnano il pubblico alla scoperta dell’uomo divenuto icona grazie alla sua musica e creatività.

Dati correlati
AutoreDavid Bowie
Generifotografia, musica
Spazio espositivoTEATRO DEGLI ARCIMBOLDI
IndirizzoViale dell'Innovazione, 20 - 20126 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.