Charta: arriva il nuovo photo-book festival nel quartiere di San Lorenzo a Roma

Un appuntamento – alla prima edizione – dedicato alla fotografia contemporanea, al libro fotografico e all’editoria indipendente. E ci sarà anche un concorso rivolto anche agli autori di un libro ancora inedito. Ce ne ha parlato il direttore Francesco Rombaldi.

Monsoon Nevr Cross The Mountains Camillo_Pasquarelli
Monsoon Nevr Cross The Mountains Camillo_Pasquarelli

Si svolgerà dal 17 al 25 luglio 2021 CHARTA: A PHOTOBOOK FESTIVALil nuovo evento dedicato alla fotografia contemporanea, al libro fotografico e all’editoria indipendente. Scenario di questa prima edizione sarà il quartiere di San Lorenzo di Roma, punto di riferimento della creatività capitolina e Art District. Charta è anche il progetto vincitore del bando Strategia Fotografia 2020, sostenuto dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura. Un appuntamento concepito per essere una piattaforma di “condivisione, formazione, approfondimento”, si legge nella presentazione. “Nel tentativo di offrire una mappatura di un’industria culturale attualmente in forte mutamento. E con l’intento di riportare a Roma un festival di fotografia contemporanea dal respiro internazionale”.

Occult Alba, Zari
Occult Alba, Zari

 

CHARTA: A PHOTOBOOK FESTIVAL A ROMA

Il bando di Strategia Fotografia 2020 cercava progetti che aiutassero la diffusione della Fotografia in Italia, Charta ha vinto proprio nel suo porre l’accento sulla fotografia contemporanea, sui nuovi linguaggi, nel rappresentare quindi una fotografia attuale, forte, internazionale. E nel riportarla a Roma, capitale purtroppo orfana di un festival di Fotografia da qualche anno”, spiega Francesco Rombaldi, direttore artistico del festival, ad Artribune. Il tema della prima edizione è Demons, un titolo che punta l’attenzione sulle declinazioni più oscure della condizione umana, dalle problematiche territoriali a quelle socioculturali, o più finemente psicologiche, offrendo un punto di vista trasversale sulle criticità del contemporaneo.

Devil’s Promenade Antone Dolezal Lara Shipley
Devil’s Promenade Antone Dolezal Lara Shipley

CHARTA: A PHOTOBOOK FESTIVAL. PAROLA AL DIRETTORE

Era molto importante per noi invitare autori interessanti nel mondo della fotografia contemporanea, che lavorassero con alcune delle migliori case editrici internazionali e venissero a presentare il loro libro, o il loro work in progress”, prosegue il direttore. “Quest’anno, complice la pandemia, abbiamo privilegiato un palinsesto più italiano, per quanto di rilevanza internazionale. Saranno infatti presenti Mack, Void, Overlapse, Postcart, Witty Books, case editrici pluripremiate inglesi, greche e italiane”.

This land is my land, Jean-Marc Caimi & Valentina Piccinni
This land is my land, Jean-Marc Caimi & Valentina Piccinni

GLI APPUNTAMENTI DI CHARTA: A PHOTOBOOK FESTIVAL A ROMA

Charta, oltre alle nuove produzioni editoriali di autori e case editrici, sarà animato da un ricco palinsesto di eventi tra cui anteprime, workshop, installazioni e mostre. Non mancheranno le letture portfolio con alcune tra le più importanti realtà editoriali del panorama internazionale e un bookshop in cui saranno ospitate librerie fotografiche italiane ed europee, che promuoveranno i propri prodotti editoriali. Assieme al festival nasce anche un premio, il Charta Dummy Award, un concorso a tema libero indirizzato a chiunque voglia inviare un libro fotografico inedito. “Cerchiamo opere straordinarie con un utilizzo originale dei nuovi linguaggi contemporanei e della narrazione”, spiegano gli organizzatori. “Ogni autore dovrà inviare una copia fisica del proprio dummy”. I migliori 25 progetti avranno la possibilità di essere esposti a Roma durante l’evento, mentre il vincitore sarà pubblicato da Yogurt Editions con una produzione del valore di 5000€. Tutte le indicazioni per partecipare a questo link.

– Giulia Ronchi

CHARTA: A PHOTOBOOK FESTIVAL
17 – 25 Luglio 2021
Quartiere di San Lorenzo, Roma
https://chartafestival.com/it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.