Foto di Roversi, Toscani e altri fotografi in palio per chi sostiene l’ospedale di Bergamo

I maggiori fotografi di moda, arte, architettura e ritratto regalano i loro scatti a chi effettuerà una donazione all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. La nuova raccolta fondi di Perimetro assieme alla Onlus Liveinslums

Paolo Roversi, Tasha Tilberg in Staten Island – 2011
Paolo Roversi, Tasha Tilberg in Staten Island – 2011

In questo periodo di emergenza sanitaria, il sistema ospedaliero è messo a dura prova a causa del numero ingente di contagi che il Covid-19 ha portato. Mentre si cercano soluzioni straordinarie, come l’allestimento di ospedali da campo in complessi fieristici o altre grandi strutture, sono tante le istituzioni o i soggetti singoli che si sono mobilitati per raccogliere fondi destinati alla lotta contro questo virus. Numerose iniziative provengono anche dal mondo dell’arte (e in merito trovate qui una guida). L’ultima è stata lanciata da Perimetro, la piattaforma che racconta le tante sfaccettature di Milano con un focus fotografico, e Liveinslums, la Onlus che realizza progetti di innovazione in Italia e in alcuni Paesi in via di sviluppo. Si chiama 100 fotografi per Bergamo e permetterà a chiunque effettuerà una donazione di almeno 100 euro di portarsi a casa la stampa di un fotografo affermato.

100 FOTOGRAFI PER BERGAMO

Bergamo resta la città più colpita dal coronavirus, con un impatto drammatico sulla popolazione da cui sono emerse immagini di morte che rimarranno impresse a lungo nella memoria collettiva. A questa città lombarda si rivolge l’iniziativa di Perimetro e Liveinslums, che invitano a donare all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo con la finalità di rinforzare la terapia intensiva. “Abbiamo chiesto a 100 autori del mondo della fotografia di moda, arte, architettura, ritratto, di donare una loro stampa”, affermano gli organizzatori. “Attraverso la nostra community possiamo sostenere chi sta coraggiosamente in prima linea nel fronteggiare l’emergenza sanitaria”. Sfogliando la gallery del sito si trovano nomi molto noti del panorama fotografico attuale: come Paolo Roversi, autore del Calendario Pirelli 2020 dal titolo Looking for Juliet, oppure Oliviero Toscani, i cui scatti hanno fatto la storia della pubblicità italiana (negli ultimi tempi tristemente entrato in una bufera mediatica a causa di alcune dichiarazioni shock). E ancora, artisti italiani di diverse generazioni, tra cui Mario Sorrenti, Alessandro Cinque, Alessandro Treves, Carolina Amoretti, Delfino Sisto Legnani, Davide Monteleone, Alex Majoli, Oliviero Toscani, Michelangelo Di Battista, Toni Thorimbert, Giampaolo Sgura, Maurizio Galimberti, Gabriele Micalizzi, Francesco Merlini, Francesco Jodice, Giovanna Silva, Giovanni De Angelis, Guido Borso, Jacopo Benassi, Valentina Sommariva e Massimo Zanuso. Una volta effettuato il versamento e scelta l’immagine, la stampa acquistata verrà realizzata e stampata da LINKE lab. Perimetro e Liveinslums detrarranno dalle donazioni i costi di produzione e spedizione che ammontano a 11,50 euro per foto. A voi la scelta.

-Giulia Ronchi

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.