Campagne fondi a favore della sanità: alcune iniziative del mondo dell’arte

Aste online su Instagram, opere regalate in cambio di donazioni verso le strutture ospedaliere: se vogliamo fare un’opera di beneficenza, perché non prenderci in cambio un’opera d’arte?

In una situazione straordinaria paragonabile solo ai tempi di guerra, anche il mondo dell’arte si sta mobilitando per fornire il proprio sostegno economico a un sistema sanitario che a più riprese ha minacciato il collasso. Gallerie, artisti, musei e case d’asta: ognuno tenta di contribuire come può al contenimento dell’emergenza. E fioccano così nuovi format e progetti originali: chi avvia un’asta online direttamente sul proprio canale Instagram, chi regala un proprio disegno in cambio di una donazione destinata alla sanità da una certa cifra in su, chi sta raccogliendo fondi grazie al programma radio come sta facendo GAMeC, istituzione al centro della città bergamasca, tra le più colpite. In questi tempi di epidemia, quindi, non potevamo che iniziare una nuova guida in aggiornamento: quella alle iniziative benefiche da parte del mondo dell’arte.

-Giulia Ronchi

 

1. L’ASTA ONLINE DI GRAZIANO LOCATELLI

Birth, Abandonmemt, Death, Birth_ 2019, ceramic,alluminium, wood, cement, musk 60 x 90

Anche Graziano Locatelli sceglie il canale Instagram per avviare un’asta online di beneficenza, valida fino alle 22 di venerdì 27 marzo. L’artista, noto per le opere tridimensionali che raffigurano pareti di piastrelle in frantumi, mette all’incanto l’opera Birth, Abandonment, Death, Birth del 2019, un’installazione 60×90 cm realizzata con piastrelle, alluminio, legno, cemento e muschio. L’opera, che ha una quotazione di €3700, viene fatta partire da una base d’asta di €1850. Come al solito, si aggiudica l’opera chi scrive la cifra più alta nei commenti oppure con un messaggio in direct se si vuol mantenere l’anonimato. L’opera verrà fatta recapitare per posta al termine dell’emergenza, mentre la cifra pattuita dovrà essere inviata dall’acquirente direttamente all’iban dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. “Sono originario della zona e sono direttamente informato di quanto la sanità locale abbia urgente bisogno di aiuto. Anche piccoli contributi in questo momento sono importanti”, comunica l’artista, pubblicando l’iban dell’ospedale e invitando a donare anche chi non è interessato a partecipare all’asta. “È il momento di rompere i muri e imparare dalle piante a fare rete”.

www.instagram.com/grazianolocatelli

 

2. L’ASTA ONLINE DI BLINDARTE

Blindarte Milano

Mentre alcuni artisti organizzano aste in autonomia, la casa d’aste Blidarte, con sede Napoli-Milano, richiama all’attenzione tutti i suoi utenti chiedendo di donare un’opera. Si tratta del progetto ART TO STOP COVID-19 #fermiamoloinsieme!, ideato da Edoardo Osculati e dal direttore della casa d’aste Memmo Grilli, che spiegano: “in questo momento di emergenza Il tuo aiuto è importante per sconfiggere il Coronavirus. Il mondo dell’arte, assieme a artisti, collezionisti e gallerie, può contribuire con la donazione di opere partecipando all’asta di beneficenza online per sostenere lo sforzo del personale sanitario della Lombardia e quello dell’Istituto Pascale di Napoli in prima linea contro l’emergenza del Coronavirus in Campania”. Per partecipare, sarà necessario inviare un’email a [email protected] con immagini e descrizione (autore, titolo, data, tecnica, dimensioni, eventuali note espositive e/o bibliografiche) dell’opera di un artista di mercato, già presente nei circuiti delle aste. Blidarte fisserà il prezzo di vendita in accordo con il donatore. In caso di vendita online dell’opera, la casa d’asta farà da tramite per lo scambio tra donatore e acquirente. Pubblicati anche gli Iban a cui sarà devoluto il ricavo: Regione Lombardia, con la causale SOSTEGNO EMERGENZA CORONAVIRUS (IBAN: IT76 P030 6909 7901 0000 0300 089); e l’ Istituto Pascale di Napoli con bonifico diretto sul conto intestato all’ IRCCS PASCALE – Emergenza Covid-19 (IBAN: IT86 I 03069 03568 10000 03000 08).

www.blindarte.com

 

3. RIZZUTOGALLERY DI PALERMO

Francesco De Grandi. Come Creatura. Manifesta 12 collateral events. Rizzutogallery, Palermo

Si chiama RizzutoGallery SOS Covid 19 l’iniziativa proposta dalla galleria palermitana indirizzata a favore di cinque strutture ospedaliere del Nord, Centro e Sud Italia, impegnate nella lotta al coronavirus. Come funziona? A chiunque farà una donazione a uno degli ospedali scelti, inviando la ricevuta del versamento effettuato, RizzutoGallery regalerà un’opera al 50% del suo prezzo. Possono partecipare all’iniziativa anche aziende e Partite Iva. Gli artisti coinvolti sono: Giuseppe Adamo, Davide Bramante, Anna Capolupo, Antonio Catelani, Stefano Cumia, Francesco De Grandi, Richard Deacon, Fulvio Di Piazza, Elena El Asmar, Vincenzo Ferlita, Daniele Franzella, Claudio Gobbi, Katharina Maderthaner, Luca Pancrazzi, Francesca Polizzi, Lucio Pozzi, Luigi Presicce, Cosimo Rizzuto, Shobha, Rainer Splitt e Massimo Stenta. Sul sito è possibile scoprire le opere disponibili e anche quelle che sono già state regalate ai donatori.

https://www.rizzutogallery.com/

 

4. ANTONIO COLOMBO ARTE CONTEMPORANEA

Andrea Fiorino e Dario Maglionico. Everyday is like Sunday. Exhibition view at Antonio Colombo Arte Contemporanea, Milano 2018

La stessa operazione viene fatta da Antonio Colombo Arte Contemporanea di Milano, che invita tutti i suoi utenti ad acquistare un’opera, della quale il ricavato sarà devoluto interamente alla Protezione Civile italiana. Tra i lavori proposti dalla galleria ci sono cataloghi, disegni, cere, stampe e illustrazioni, per un range che si aggira tra i 50 e gli 800 euro. Alcuni dei nomi proposti sono: Laboratorio Saccardi, Hurricane, El Gato Chimney, Anthony Ausgang, Andrea Salvino, Mario Shifano, Mike Giant, Erika Nordkvist, Daniel Johnston, Zio Ziegler, Olimpia Zagnoli, Tim Biskup, Fulvia Mendini, Giuliano Guatta e Pierluigi Calignano.

https://colomboarte.bigcartel.com/

5. L’APPELLO DI CRUCIANI PER LE MARCHE

Angelo Cruciani e Shi Yang

La Regione Marche, soprattutto a nord, in questo momento è tra le zone più colpite dal Coronavirus. Il sistema sanitario è messo a dura prova e la necessità di ampliamento riguarda al momento 100 posti letto in terapia intensiva da realizzare in 10 giorni. Per questa causa il fashion designer di origini marchigiane Angelo Cruciani, fondatore di YEAZEL ha lanciato assieme al marito Shi Yang una raccolta fondi che trovate al link https://www.gofundme.com/f/rafforzare-ospedali-marche-nord?utm_source=customer&utm_medium=copy_link-tip&utm_campaign=p_cp%20share-sheet&fbclid=IwAR2GypKXss2RkxTM6tMWw2Fsu_uXsXJzcz9ODcBcdjgsVOMmLKsy2JjZFXY 

6. “L’ABBRACCIO PIU FORTE” DI VALERIO BERRUTI

L’abbraccio più forte, Valerio Berruti

Qualche giorno fa ho appreso che l’ospedale di Verduno, opera attesa da molti anni, sarebbe diventato il Covid Hospital di riferimento del Piemonte. Lo stesso giorno avevo aderito ad un’iniziativa promossa da Andrea Mastrovito, artista impegnato nella raccolta fondi per l’ospedale di Bergamo. Mi è sembrato un segno del destino e ho capito che dovevo inventare qualcosa anche io per sostenere la terra che tanto amo e che come la Lombardia necessita di un aiuto da parte di tutti”. A parlare è Simone Berruti, artista visceralmente legato alla sua terra d’origine, le Langhe, ma anche alla città in cui è nato e in cui vive, Alba, e per al piccolo borgo di Verduno dove nel 1998 ha acquistato una chiesa sconsacrata che è diventata il suo atelier. Così ha deciso di promuovere una raccolta fondi che vedrà premiare con un disegno ogni donatore: per partecipare è necessario versare unimporto superiore a 300 euro alla Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus per il nuovo Covid Hospital di Verduno: in cambio si riceverà un disegno dal titolo L’abbraccio più forte (di dimensioni 36x21cm, realizzato con pastelli a olio e smalto su cartoncino) creato appositamente per l’occasione. Tutti i disegni, inoltre, verranno racchiusi in un libro al termine dell’iniziativa, uno speciale flipbook che riproduce l’animazione, che conterrà il nome di ogni donatore e avrà la prefazione poetica di Piero Negri Scaglione, autore e giornalista, conterraneo di Berruti. I termini della donazione sono:
BANCA D’ALBA IBAN: IT 84C0853022506000520109210
CAUSALE: Valerio Berruti a sostegno emergenza Coronavirus

www.fondazioneospedalealbabra.it
www.valerioberruti.com

7. 1700 MASCHERINE PER LA COMUNITA DI OLIVETO LUCANO

Oliveto Lucano via basilicatanet

In tempi di emergenza sanitaria, la solidarietà finisce per fare il giro del mondo. Così è successo per la piccola comunità di Oliveto Lucano, in Basilicata, che ha ricevuto la notizia dell’arrivo di circa 1700 mascherine sanitarie utili a contenere il contagio da Coronavirus. Il donatore è Anton Vidokle, artista e editor della piattaforma eflux, operativo tra New York e Berlino, che ad agosto scorso ha svolto una residenza artistica nel piccolo comune lucano per il progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 Gardentopia, dedicato alla cultura del verde e cittadinanza attiva. Frutto della sua residenza è stato il film Autotrophia, realizzato con la partecipazione dei cittadini di Oliveto Lucano, un documentario sulla festiva del matrimonio degli alberi che si tiene annualmente in Basilicata, ma anche una fiction, che racconta la storia di tre alberi antropomorfi. “La dimostrata vicinanza è ad oggi ancor più commovente visto il distanziamento sociale che viviamo. Questa storia mi ha personalmente insegnato, una volta in più, il valore di uno scambio e di una contaminazione culturale“, ha dichiarato Fabio Cipriano Romano, segretario della Protezione Civile di Oliveto Lucano. “Chi avrebbe mai pensato che un paese di 400 anime circa, immerso nell’entroterra materano, sarebbe stato attenzionato da qualcuno dall’altra parte del globo? Chi avrebbe mai pensato che un perfetto sconosciuto sarebbe potuto rimanere così legato a noi?”. Il gesto di questo artista internazionale è stato colto con calore e commozione anche da Rossella Tarantino, manager sviluppo e relazioni della Fondazione Matera Basilicata 2019, che ha voluto sottolineare, “il gesto di Anton Vidokle ci ricorda che la cultura è prima di tutto ‘prendersi cura’ di qualcuno o di qualcosa, idea che è poi alla base del progetto di Matera 2019 Gardentopia. La presentazione del documentario realizzato da Vidokle in programma tra le nostre attività, una volta superata l’emergenza sanitaria, sarà l’occasione per un nuovo abbraccio collettivo tra la comunità di Oliveto Lucano e l’artista che nel piccolo ma accogliente comune lucano ha lasciato un parte del suo cuore”.

8. LE OPERE DI 12 ARTISTI A FAVORE DELL’OSPEDALE SPALLANZANI

Caterina Silva

 

pArt si mette in prima linea assieme a 12 artisti per sostenere il lavoro di medici, infermieri e di tutto il personale sanitario in questo momento in prima linea nella lotta contro il Covi-19. Per questo, sul sito www.thisispart.com è possibile donare un contributo in cambio di un’opera (molte scontate o alla metà del prezzo grazie alla generosità dei propri autori). Ogni mecenate potrà quindi finanziare direttamente la ricerca all’Ospedale Spallanzani con la quota che sceglierà e ricevere in cambio un’opera d’arte. La raccolta è 100% no profit, pArt non aggiunge alcuna commissione per l’attività svolta e l’intero ricavato andrà a sostegno dell’emergenza. Gli artisti coinvolti sono José Angelino, Alessandro Cicoria, Ala D’Amico, Giovanni De Angelis, Gabriele De Santis, Stanislao Di Giugno, Emiliano Maggi, Lulù Nuti, Gianni Politi, Corrado Sassi, Gabriele Silli e Caterina Silva.

www.thisispart.com

9. UNITI CON L’ARTE – I DISEGNI DI ERNESTO MORALES PER GLI OSPEDALI TORINESI

Clouds XVIII oil on canvas cm100x150 2018 Collezione privata

Anche l’artista argentino Ernesto Morales, residente in Italia dal 2006, si unisce alla campagna di raccolta fondi, regalando un’opera su carta da lui realizzata a chiunque effettuerà una donazione a partire dai 200 euro volta a favore della Città della Salute e della Scienza di Torino per aiutare i presidi ospedalieri Molinette, Sant’Anna, CTO e Ospedale Infantile Regina Margherita, impegnati a fronteggiare l’attuale stato di emergenza. “Per mantenere vivo il contatto con l’Arte sto dedicando questi lunghi giorni di isolamento alla pittura e alla poesia“, scrive l’artista, “e ho deciso di impegnarmi in prima persona attraverso la realizzazione di una serie di opere che saranno donate a chi parteciperà alla raccolta fondi ‘Uniti con l’Arte’ da me creata per aiutare gli ospedali di Torino, la città dove vivo da tanti anni, nell’affrontare l’emergenza Covid-19″. I fondi saranno raccolti da Wealth Trust S.r.l. che presterà i suoi servizi a titolo totalmente gratuito a garanzia della trasparenza della campagna. Per donare, basta andare sul link https://www.gofundme.com/f/uniti-con-l039arte. Si invierà poi la ricevuta della donazione all’indirizzo [email protected] con oggetto: “Emergenza Covid-19, Uniti con l’Arte”. Alla fine dell’emergenza il donatore si coordinerà con l’artista per il ritiro dell’opera, che avverrà presso il suo studio o per posta con spese al carico del primo.

www.ernestomorales.it
www.wealthtrust.it

10. 100 FOTOGRAFI PER BERGAMO

Paolo Roversi, Tasha Tilberg in Staten Island – 2011 Credits Perimetro

Un’iniziativa dal mondo della fotografia destinata all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, tra i più colpiti da questa guerra alla pandemia. Organizzata dalla piattaforma Perimetro e dalla Onlus Liveinslums, si chiama 100 fotografi per Bergamo e permetterà a chiunque effettuerà una donazione di almeno 100 euro di portarsi a casa la stampa di un fotografo affermato. Al progetto partecipano nomi molto noti del panorama fotografico attuale: come Paolo Roversi, autore del Calendario Pirelli 2020 dal titolo Looking for Juliet, oppure Oliviero Toscani. E ancora, artisti italiani di diverse generazioni, tra cui Mario Sorrenti, Alessandro Cinque, Alessandro Treves, Carolina Amoretti, Delfino Sisto Legnani, Davide Monteleone, Alex Majoli, Oliviero Toscani, Michelangelo Di Battista, Toni Thorimbert, Giampaolo Sgura, Maurizio Galimberti, Gabriele Micalizzi, Francesco Merlini, Francesco Jodice, Giovanna Silva, Giovanni De Angelis, Guido Borso, Jacopo Benassi, Valentina Sommariva e Massimo Zanuso.

https://perimetro.eu/100fotografiperbergamo/ 

11. LA FONDAZIONE POMODORO E LO STUDIO MARCONI ‘65 A SOSTEGNO DELLA RICERCA

Arnaldo Pomodoro, grafica 134 blu

La Fondazione Arnaldo Pomodoro e lo Studio MARCONI ’65 uniscono le proprie forze lanciando una campagna di raccolta fondi a favore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri (impegnato nella lotta al Covid-19 collaborando con gli Ospedali Niguarda e Sacco di Milano e Papa Giovanni XXIII di Bergamo). La Fondazione mette in vendita dieci grafiche del Maestro Arnaldo Pomodoro, mentre lo Studio mette in vendita sedici grafiche di Valerio Adami, Enrico Baj, Bruno Di Bello, Hsiao Chin, Gianni Colombo, Lucio Del Pezzo, Gianni Dova, Keizo Morishita, Gianfranco Pardi, Mimmo Rotella, Aldo Spoldi, Emilio Tadini e Joe Tilson. Si può contribuire alla campagna di raccolta fondi effettuando un bonifico con il corrispondente del costo dell’opera alle seguenti coordinate bancarie:
INTESTAZIONE CONTO: Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS
IBAN: IT12 D030 6909 4000 0000 8816 112
CAUSALE: Ricerca – Emergenza Covid-19 – Raccolta Fondi Fondazione Arnaldo Pomodoro /Studio.
Oppure si può accedere dal sito www.gofundme.com o infine acquistare una delle grafiche selezionate sui siti www.fondazionearnaldopomodoro.it e www.studiomarconi.info. Il ricavato sarà interamente devoluto alla ricerca.

12. THE OPEN BOX PER LA PROTEZIONE CIVILE

Fabio Roncato per The Open Box

La galleria milanese di Gaspare Luigi Marcone The Open Box mette a disposizione le opere cartacee degli artisti che hanno collaborato ed esposto negli ultimi cinque anni. Gli artisti sono: Valentino Albini, Francesco Arena, Corrado Bove, Gianni Caravaggio, Flavio Favelli, Carlo Fei, Andrea Francolino,  Gaspare, Goldschmied & Chiari, Sophie Ko, Sergio Limonta, Rebecca Moccia, Mikayel Ohanjanyan, Ornaghi & Prestinari, David Reimondo, Fabio Roncato, Shigeru Saito, Elisabeth Scherffig e Carlo Valsecchi. Si tratta di “pezzi unici” in formato A4 (cm 21×29,7) in bianco e nero realizzati appositamente per il progetto. Ogni lavoro ha un prezzo base di 250 euro, e possono essere acquisiti donando la somma alla Protezione Civile Nazionale attraverso un bonifico istantaneo online attraverso le seguenti coordinate:
Banca Intesa Sanpaolo Spa Filiale di Via del Corso, 226 – Roma
Intestato a Pres. Cons. Min. Dip. Prot. Civ.
IBAN: IT84Z0306905020100000066387
BIC: BCITITMM
CAUSALE PAGAMENTO: Donazione THE OPEN BOX per COVID-19

 

13. LA FONDAZIONE 3M A COLPI DI FOTOGRAFIA

Fondazione 3M, Nuovi Sguardi

Un’iniziativa divertente e solidale viene dalla Fondazione 3M, realtà di divulgazione e formazione interdisciplinare e proprietaria di un patrimonio di 110 mila immagini provenienti dalla storica azienda fotografica italiana Ferrania. L’istituzione culturale invita il pubblico ad attingere al ricco archivio fotografico della Fondazione, scegliendo 10 immagini e raccontando una storia in una mostra che sarà pubblicata nella sezione Nuovi Sguardi del sito. Diventare curatori è semplice e gratuito attraverso il sito https://fondazione3m.it/. Per ogni mostra realizzata online, Fondazione 3M devolverà 10 euro all’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri per la ricerca sul Covid-19.

14. L’ACCADEMIA DI SAN LUCA PER LA PROTEZIONE CIVILE

Jaguar’s path 3 wax pastel and watercolor 30x42cm, 2019

L’Accademia Nazionale di San Luca lancia la campagna di raccolta fondi #DaiUnSegno a favore della Protezione Civile, organizzando una sorta di lotteria telematica. Più di 200 artisti e architetti italiani hanno donato una propria opera realizzata per sostenere la raccolta dei fondi, consapevoli che uno dei principali impegni dell’arte deve essere la cura del presente. Queste opere verranno sorteggiate fra chi avrà acquistato, entro e non oltre il 1 maggio 2020, almeno una quota di 50 euro destinati alla Protezione Civile attraverso un bonifico bancario al conto corrente dedicato, intestato all’Accademia Nazionale di San Luca. Il sorteggio avverrà nella sede dell’Accademia Nazionale di San Luca, pubblicamente e in presenza di un notaio, nella settimana seguente il 1 maggio 2020, compatibilmente con la situazione sanitaria, e proseguirà finché tutte le opere verranno assegnate. In seguito l’accademia si farà carico delle modalità di recapito delle opere ai sottoscrittori sorteggiati. Il regolamento esteso è disponibile sul sito www.accademiasanluca.eu. Di seguito, le coordinate bancarie:

IBAN IT52K 01030 03200 00000 9007632
Causale: daiunsegno
Specificando obbligatoriamente i dati essenziali per essere ricontattati (nome, cognome e recapito telefonico o e-mail)
Si consiglia di conservare la ricevuta del bonifico.

15. ASTA DI BENEFICENZA SU INSTAGRAM PER L’OSPEDALE DI PESARO

Palla Di Pomodoro Pesaro

Dall’inizio dell’epidemia, Pesaro, la città sulla costa adriatica, è tra le più colpite del Paese, con un altissimo tasso di mortalità. Gli artisti del territorio hanno quindi indetto una asta benefica che avverrà su Istagram dalle 11 di venerdì 17 aprile alle 23 di sabato 18 aprile 2020. A partecipare saranno lo street artist Ben Zeno con Baronciani, Blitz, Blub, Hazkj, Omni Thauma, Guido Brualdi, DressCodeGuru e Keith Rosalind. Come funziona l’asta? Ogni artista partecipante pubblicherà un’opera unica sul proprio profilo Instagram con l’hashtag #artistiperpesaro. Si parte da una base di 50 o 100 euro e si potrà rilanciare ogni volta di 10 euro commentando sotto al post. Aggiudicandosi l’asta ci si impegna a versare un bonifico bancario della cifra corrispondente all’Ospedale San Salvatore di Pesaro.
IBAN: IT45P08 82613 300000 0001 09407
CAUSALE: INSIEME PER MARCHE NORD

16. GILDA CONTEMPORARY ART PER L’ISTITUTO MARIO NEGRI

Pina Inferrera FRAGILE maneggiare con cura

L’iniziativa è partita da una proposta di Paola Suardi, fondatrice di Alterego Comunicazione, e dell’artista Pina Inferrera che da sempre crede nella ricerca artistica come parte intrinseca del progresso a fianco dell’umanità. Così Gilda Contemporary Art lancia una campagna di raccolta fondi per l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, attualmente impegnato nella ricerca di una cura al Covid-19. Per incentivare le donazioni, i primi tre esemplari delle nove opere totali di formato 60 x 85 cm sono messi a disposizione per i benefattori che parteciperanno alla raccolta fondi con una cifra di almeno 1000 euro. In caso di donazioni di entità minore, l’artista è disponibile a donare altre edizioni di formato più piccolo, proporzionate a contributi di almeno 250 euro (formato 21 x 30 cm) o 500 euro (formato 33 x 48 cm). Le opere provengono dalla serie di Pina Inferrera intitolata FRAGILE maneggiare con cura, lavoro che fa riferimento all’intima connessione di Uomo e Natura anche nella fragilità. L’edizione è limitata a cinque esemplari per ogni immagine, stampati su carta cotone con certificazione di qualità Digigraphie, firmati dall’artista e numerati. Unendo diverse opere possono essere formati dittici o trittici. Di seguito le coordinate bancarie per aderire all’iniziativa:

INTESTAZIONE CONTO: Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS
IBAN: IT12 D030 6909 4000 0000 8816 112
CAUSALE: Ricerca – Emergenza Covid-19 – Raccolta fondi Gilda Contemporary Art, opere di Pina Inferrera

17. LA MOSTRA ONLINE AL CENTRO FOTOGRAFICO CAGLIARI

Valeria Secchi, This is the moment

In questo momento storico surreale dove, per un lasso temporale ancora indeterminato, l’esistenza è messa a dura prova, si rende imprescindibile un intervento concreto da parte del mondo della cultura per superare questo dramma che investe l’umanità intera, per capire come cambia il mondo intorno a noi e come poterlo affrontare di conseguenza. Un impegno urgente per dimostrare che la cultura non si ferma ma si mette al servizio della comunità intera, soprattutto di chi si trova in difficoltà. E che ora più che mai l’arte è indispensabile per tradurre il presente e immaginare, per poi costruire, un nuovo futuro“, scrive Roberta Vanali, curatrice per il Centro Fotografico Cagliari. E lancia la nuova iniziativa Stand by, una mostra fotografica online in cui le opere esposte saranno messe in vendita ad un prezzo simbolico di 100 euro, acquistabili attraverso una donazione diretta all’associazione. Il ricavato delle vendite della mostra sarà devoluto a Domus de Luna per acquistare beni alimentari e bombole di gas destinati alle persone in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria ed economica. Gli artisti in mostra sono: Alessandra Baldoni, Cristian Castelnuovo, Loris Savino, Claudia Porcu, Giusy Calia & Marzia Lioci, Giulia Sale, Barbara La Ragione, Massimiliano Picconi, GiuseppeFrauGallery, Elisabetta Falqui, Pierluigi Dessì, Marcello Nocera, Stefano Picciau, Collettivo Nostra-SancTissima by Giovanni Coda, Giovanni Panizza, Gianluca Chiai, Massimiliano Usai, Paola Corrias, Davide Volponi, Nicola Bertellotti, Marco Menghi, Eric Oliveira, Giangavino Contini, Francesco Cogoni, Elio Rinaldi, Blanka Meccanica, Valeria Secchi, Bachis, Cicci Arteologo Borghi e Giovanni Sesia.

www.centrofotograficocagliari.com

18. ARTISTI PER IL SOCIALE CON IL PROGETTO #IOHOCURADITE

Io ho cura di te

Un progetto di raccolta fondi per Palermo, volto a supportare i più deboli che rischiano di soccombere in questo arduo periodo. Un processo di dialogo e riflessione che si basa sull’esperienza collettiva in cui tutti riversiamo, dove il linguaggio diventa non solo un momento di confronto ma di vera e propria resistenza. Il progetto si costruisce sulla riflessione di 26 parole (una per ogni artista cha ha risposto alla chiamata) e sulla rielaborazione artistica, immaginano una nuova alba attraverso la creazione di un nuovo abecedario. Tra i tanti troviamo: Masbedo con BISOGNO, Stefano Arienti con CURA, Luca Trevisani WEEK-END, Salvatore Arancio con ZOOM, Bianco-Valente con XENOFOBIA, e molti altri. Le opere sono comodamente visibili all’interno della galleria virtuale attiva sulla piattaforma Instagram @iohocuradite e si potranno acquistare tramite un’offerta libera partendo da una base minima.

https://www.instagram.com/iohocuradite/

19. MAY ITALIAN ART | 2020 – GALLERIA ALESSANDRA BONOMO

GIORGIO ORBI, Collaborate and Listen, 2017 Stampa inkjet su carta fine artInkjet print on fine art paper 52 x 32 cm 11

La Gallleria Alessandra Bonomo mette in vendita le opere di 15 artisti italiani a favore di Asia Ong per l’emergenza Covid-19 in Italia. Loro sono José Angelino, Franco Dellerba, Michela De Mattei, Federica Di Carlo, Tristano Di Robilant, Domitilla Harding, Seboo Migone, Sabina Mirri, Lulù Nuti, Giorgio Orbi, Giuseppe Pietroniro, Baldassarre Ruspoli, Delfina Scarpa, Orsina Sforza e Fosco Valentini, invitati a lavorare insieme al progetto e a presentare le loro opere, che saranno visibili nel catalogo on line. Con il progetto MAY ITALIAN ART | 2020, per la prima volta si cerca di correre in aiuto non solo alle zone più colpite dal virus, ma anche agli artisti, facenti parte di una delle categorie che sta scontando più duramente gli effetti della crisi economica. La galleria devolverà il ricavato delle vendite ad Asia Ong (50%) e agli artisti (50%). L’esito della beneficienza sarà comunicato dalla galleria e da Asia Ong sui loro canali web.

20. #UNCOVER – OPERE PER L’OSPEDALE DI FROSINONE

Viola Pantano, Uncover

L’artista Viola Pantano parte dalla bocca come elemento centrale della sua opera. Una parte del viso che per lungo tempo sarà celata sotto la mascherina e che sarà invisibile agli altri. Per questo #UNCOVER è pensato per riunire le espressioni delle bocche di tutti gli artisti (attori, artisti, musicisti, architetti, performer, comunicatori, ecc.) stimati dall’autrice. L’opera sarà donata all’Ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone, ma sono state realizzate delle stampe in edizione limitata di 150 copie che si possono acquistare cliccando QUI. Il ricavato della vendita di queste stampe sarà donato all’Ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone o all’istituzione che avrà più bisogno di un sostegno economico al momento della raccolta fondi (ci si riserva la facoltà di spostare i fondi da una realtà all’altra a causa dell’emergenza che si sta affievolendo e probabilmente potrebbe essere più utile sostenere la ricerca o le associazioni di distribuzione alimentare per le categorie a rischio piuttosto che gli Ospedali).

https://www.adadvisor.it/edizioni-limitate-asc 

21. LA RACCOLTA FONDI DI MUSICAMDO

Daniele di Bonaventura

I due musicisti Roberto Zechini e Daniele Di Bonaventura hanno deciso di sostenere la raccolta fondi destinando alla causa parte dei proventi delle vendite del loro nuovo progetto intitolato Le Mani, per sostenere alle famiglie terremotate alle prese con il Covid-19 (in particolare le famiglie residenti nei Comuni di Camerino, Macerata e Tolentino). L’operazione è guidata dell’associazione Musicamdo che già aveva lanciato il progetto di crowdfunding “Musicamdo Jazz for families” sulla piattaforma www.gofundme.com. Il disco, acquistabile in formato digitare sulla piattaforma Exit Live, è il risultato di un percorso sviluppatosi durante i mesi di quarantena, un dialogo a distanza tra i due musicisti.

Per donare:
MUSICAMDO JAZZ FOR FAMILIES. Raccolta fondi per le famiglie terremotate e in difficoltà causa COVID 19
WWW.GOFUNDME.COM

Associazione Culturale Musicamdo
IBAN: IT98H0311168830000000004393

22. BOTTEGANTICA PER LA TERAPIA INTENSIVA DEL SAN RAFFAELE

Giovanni Boldini

Bottegantica ha creato il catalogo online Dieci disegni di Giovanni Boldini – per il Reparto di Terapia Intensiva dell’Ospedale San Raffaele di Milano, un’iniziativa volta a sostenere uno dei centri che ha dovuto fare più duramente i conti con l’emergenza. La raccolta comprende disegni eseguiti tra il 1880 e il 1912: periodo artistico nel quale il pittore ferrarese ha deciso di vivere stabilmente a Parigi, dove incontra il successo internazionale. Tra le opere in catalogo si segnalano i disegni: “Natura morta”, “barca a vela a Venezia”, “Paesaggio”, “Veliero”, “Colonnade à Versailles”, “Visi di donna”, Viso femminile”, “Figura femminile seduta”, “Alberi a Bois de Boulogne”. Bottegantica destinerà quindi il 20% del ricavato di ogni opera venduta all’Ospedale San Raffaele di Milano, in particolare al Reparto di Terapia Intensiva. A fronte dell’acquisto, la galleria invierà all’acquirente copia della ricevuta della donazione con causale: “EMERGENZA CORONAVIRUS – TERAPIA INTENSIVA”. Ogni disegno verrà venduto provvisto di cornice e vetro invisibile antiriflesso.

23. L’INIZIATIVA DI PIANOTERRA ONLUS

Pianoterra Onlus

Pianoterra, da sempre impegnata nella prevenzione di problemi di salute e sviluppo legati alla povertà e alla marginalità, sta intervenendo con una serie di iniziative volte ad offrire un sostegno materiale alle famiglie in difficoltà. Si tratta di famiglie già fragili, oggi ancora più esposte al rischio di povertà ed esclusione sociale a causa dell’epidemia di Covid-19 e delle conseguenze derivate dalle necessarie misure volte a contenerla. Il Laboratorio Irregolare, a cura di Antonio Biasiucci, ha scelto di contribuire alla causa mettendo a disposizione 90 fotografie di 30 autori, per una raccolta fondi che andrà direttamente a supportare gli interventi di Pianoterra in questo periodo di emergenza. Gli artisti coinvolti sono: laria Abbiento, Fulvio Ambrosio, Chiara Arturo, Ciro Battiloro, Giuliana Calomino, Vincenzo Capaldo, Anna Castellone, Paolo Covino, Cristina Cusani, Valentina De Rosa, Francesco Nicolis Di Robilant / Distonia, Assunta D’Urzo, Maurizio Esposito, Francesca Esse, Ivana Fabbricino, Alessandro Gattuso, Gaetano Ippolito, Valeria Laureano, Claudia Mozzillo, Laura Nemes-Jeles, Vincenzo Pagliuca, Claire Power, Valentino Petrosino, Chiara Pirollo, Valerio Polici, Ilaria Sagaria, Serena Schettino, Mattia Tarantino, Peppe Vitale, Tommaso Vitiello. Per partecipare alla raccolta fondi, sarà necessario effettuare una donazione a Pianoterra a partire da un importo minimo di 100 €. Visitando la piattaforma RICOMINCIO DA UNA FOTO si potrà scegliere uno scatto che sarà inviato a fine campagna. Le immagini saranno stampate da Fineart Lab di Luigi Fedullo in diversi formati su un foglio 20x30cm o 24x30cm e firmate dagli autori. La campagna durerà fino al 30 giugno 2020. Di seguito le coordinate bancarie per effettuare il versamento

Associazione Pianoterra Onlus
IBAN: IT56 T030 6909 6061 0000 0155 125
Causale: Devoluzione liberale Covid-19 – Lab – N. FOTO
In alternativa al bonifico è possibile donare tramite PayPal.

24. HEART BID – L’INIZIATIVA DELLA GALLERIA MUCCIACCIA DI ROMA

Michelangelo Pistoletto, Chiavi in mano, Terzo Paradiso, 2014. Screen print in colors printed on supermirror stainless steel

Heartbid, l’asta di beneficienza lanciata dalla Galleria Mucciaccia di Roma in collaborazione con ventisei grandi artisti internazionali – tra cui Michelangelo Pistoletto, Milo Manara e lo scultore Gianfranco Meggiato – ha ottenuto finora un ricavato di 83 mila 445 euro sulla vendita di venti opere, che sarà interamente devoluto alla Croce Rossa Italiana. Tuttavia, la Galleria ha deciso di prolungare il termine dell’asta (inizialmente fissato per il 3 maggio) per alcuni giorni, accettando ulteriori offerte per le opere non ancora aggiudicate, così da raggiungere il traguardo di 100 mila euro da donare. Sul sito www.galleriamucciaccia.com è possibile dunque acquistare i lavori di grandi autori e sostenere la più grande associazione di volontariato italiana in prima linea in questo difficile momento di pandemia. Ancora disponibili le creazioni di sei maestri: Valerio Adami, Roberto Bernardi, Hisao Hanafusa, Frank Holliday, Gianni Piacentino e lo scultore Oliviero Rainaldi.

25. REC: RACCOLTA FONDI SOSTENUTA DA AMACI E SKY ARTE CON SAVE THE CHILDREN E SANITÀ DI FRONTIERA

Filippo Berta, Happens Everyday, 2018

Nasce REC, un’iniziativa che sostiene l’educazione dell’infanzia attraverso la promozione di AMACI e Sky Arte in collaborazione con Save the Children e Sanità di Frontiera. Si tratta di un progetto video collettivo al quale hanno collaborato 35 artisti e 18 Direttori dei musei: una pluralità di camei d’artista, intervallati dalle voci e dai volti dei Direttori impegnati a leggere il testo dell’Art. 34 della Costituzione Italiana sul Diritto all’Istruzione. Il video verrà trasmesso su Sky Arte dal 18 al 31 maggio per supportare le attività di Save the Children e Sanità di Frontiera finalizzate a contrastare l’aumento della povertà educativa che sta mettendo a rischio il futuro di tantissimi bambini, bambine e adolescenti in Italia, a causa della crisi socioeconomica scaturita dall’emergenza Coronavirus. Con REC AMACI, Sky Arte, gli artisti e i Direttori dei musei hanno aderito anche al Manifesto della campagna Riscriviamo il Futuro di Save the Children, per offrire educazione, opportunità e speranza ai bambini, alle bambine e agli adolescenti che vivono nei contesti più deprivati del Paese e per chiedere al Governo, al Parlamento, alle Regioni e a tutte le istituzioni locali di riscrivere il futuro dell’Italia e aiutare i bambini a uscire dalla povertà educativa con un Piano straordinario per l’infanzia e l’istituzione di una unità di missione che ne garantisca l’attuazione.

Per supportare la raccolta fondi a sostegno dell’accesso all’istruzione online è possibile donare su https://www.savethechildren.it/sdf
o tramite IBAN IT 21 I 01030 03283 000002157927 | Sanità di Frontiera – Causale: REC

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.