Poeti a Roma. Da Moravia a Pasolini, il racconto (e le foto!) di una stagione irripetibile

Una grande mostra in corso a WeGil, l’hub culturale della Regione Lazio, racconta attraverso oltre 250 foto gli anni a Roma compresi tra i ’60 e ’70, quando poeti e scrittori si legano in una speciale comunità d’amicizia

WeGil, l’hub culturale della Regione Lazio che, con una nuova programmazione trimestrale frutto dell’ultimo avviso pubblico, offre un ricco calendario di eventi serali, tra spettacoli, performance, dj set, concerti, festival e incontri, ospita anche una mostra incentrata su una stagione irripetibile per Roma: quella tra gli anni ’60 e ’70, quando poeti e scrittori si legano in una speciale comunità. Stiamo parlando dell’esposizione Poeti a Roma. Resi superbi dall’amicizia, un percorso soprattutto fotografico, con scatti inediti, che hanno come tema ricorrente la Città Eterna e il “vivere poeticamente” di questi scrittori, poeti e romanzieri. Un percorso che inizia con l’arrivo a Roma, nel 1950, di Pier Paolo Pasolini da Casarsa nel Friuli e termina con il suo funerale e la traslazione del corpo sempre a Casarsa il 6 novembre 1975. Scorrono le immagini delle vie della Capitale, le serate di presentazione, le cene, le feste in casa e l’attività culturale di nomi come Attilio Bertolucci, Giorgio Caproni, Sandro Penna, Giuseppe Ungaretti, Alberto Moravia, Giorgio Bassani, Carlo Emilio Gadda, Elsa Morante, Amelia Rosselli, Natalia Ginzburg, Alfonso Gatto, Dacia Maraini, Enzo Siciliano, Dario Bellezza, Renzo Paris, solo per citarne alcuni. Attraverso oltre 250 foto e documenti in mostra, vengono narrati progetti, pubblicazioni, aiuti e scambi di ammirazione reciproca di questi celebri letterati che della poesia hanno fatto una ragione di vita. Ecco le immagini…

– Claudia Giraud

Evento correlato
Nome eventoPoeti a Roma. Resi superbi dall’amicizia
Vernissage30/03/2019
Duratadal 30/03/2019 al 23/06/2019
CuratoriGiuseppe Garrera , Igor Patruno
Generidocumentaria, fotografia
Spazio espositivoWEGIL
IndirizzoLargo Ascianghi 5 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).