La fotografia come impegno civile. A Casa Emergency il racconto degli effetti della guerra in Iraq

Un ex fotografo della scena musicale ha visitato i progetti di Emergency in Iraq con l’obiettivo di far sapere al mondo cosa è successo a Mosul. Il fotoreportage è ora in mostra a Milano nella nuova sede dell’organizzazione.

Dopo l’inaugurazione a settembre, Casa Emergency – la nuova sede dedicata a incontri ed eventi dell’organizzazione fondata da Gino Strada e dalla moglie Teresa a Milano nel 1994 – entra nel vivo della sua programmazione. E lo fa con una mostra fotografica di respiro internazionale di Giles Duley (Londra, 1971) sul percorso che le vittime della guerra a Mosul affrontano, dal primo soccorso alla riabilitazione, aiutate dal supporto dei programmi di Emergency in Iraq, che il fotoreporter ha visitato a febbraio. Duley ha lavorato per molti anni come fotografo di artisti nel campo della musica, lavorando con band come Oasis, Prodigy, Charlatans, Underworld e Pulp. Fino a quando sceglie di dedicarsi completamente al fotoreportage, per fare in modo che la voce di chi è stato vittima di una guerra venga ascoltata: lui stesso rimane mutilato in Afghanistan a causa di una mina. Sue sono le immagini che raccontano la crisi dei rifugiati in Europa proiettate durante i live del gruppo britannico Massive Attack, nel loro tour del 2016. Ora questa mostra – con un estratto presso la Triennale di Milano -, per raccontare la guerra vista da vicino, con gli occhi di chi la vive, attraverso quelli di chi la documenta. Ecco le immagini.

– Claudia Giraud

Evento correlato
Nome eventoGiles Duley - Iraq: una ferita aperta
Vernissage24/10/2017
Duratadal 24/10/2017 al 12/11/2017
AutoreGiles Duley
Generifotografia, personale
Spazio espositivoTRIENNALE - PALAZZO DELL'ARTE
IndirizzoViale Emilio Alemagna 6 - Milano - Lombardia
Evento correlato
Nome eventoGiles Duley - Iraq: una ferita aperta
Vernissage27/10/2017 ore 19
Duratadal 27/10/2017 al 23/11/2017
AutoreGiles Duley
Generifotografia, personale
Spazio espositivoCASA EMERGENCY
IndirizzoVia Santa Croce 19 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).