Il sud di Picasso. A Malaga la storia della cultura spagnola nelle opere del pittore cubista

Al Museo Picasso di Malaga, una grande mostra presenta 200 opere tra dipinti, sculture, disegni e opere grafiche del celebre pittore spagnolo accanto a reperti della Spagna antica e a maestri come El Greco

Pablo Picasso (1881-1973) Dos mujeres corriendo en la playa (La carrera) Dinard, verano 1922 Musée national Picasso-Paris © RMN-Grand Palais (Musée national Picasso-Paris) Mathieu Rabeau © Sucesión Pablo
Pablo Picasso (1881-1973) Dos mujeres corriendo en la playa (La carrera) Dinard, verano 1922 Musée national Picasso-Paris © RMN-Grand Palais (Musée national Picasso-Paris) Mathieu Rabeau © Sucesión Pablo

Nella soleggiata Malaga, città dell’Andalusia che ha dato i natali al celebre pittore spagnolo e dove ebbe inizio la sua lunga carriera artistica, la mostra Picasso’s South. Andalusian References al Museo Picasso si concentra sulla profonda impronta che la cultura mediterranea ha lasciato sul lavoro di Pablo Picasso (Malaga, 1881 – Mougins, 8 aprile 1973), creando un legame con il patrimonio storico e artistico della Spagna, di cui l’artista era un profondo conoscitore. Per farlo, l’esposizione ripercorre il viaggio intellettuale di Picasso, utilizzando il patrimonio simbolico della sua terra natale, crocevia di diversi popoli e civiltà che, nel corso del tempo, hanno plasmato una particolare identità culturale: quella andalusa. La mostra riunirà, così, circa 200 opere d’arte, presentando dipinti, sculture, disegni e opere grafiche di Pablo Picasso accanto a reperti archeologici della cultura iberica e fenicia e del periodo greco-romano, oltre a dipinti, incisioni e sculture policrome di grandi maestri spagnoli quali El Greco, Francisco de Goya, Diego Velázquez e Francisco de Zurbarán. Il tutto attraverso riferimenti a soggetti che fanno parte dell’iconografia di Picasso, come i rituali della corrida, le nature morte, i dipinti di vanitas, maternità e riti religiosi, e la sua affinità artistica con i pittori barocchi spagnoli, per rivelare la sua forte identificazione con l’eredità artistica della Spagna. Ecco le immagini.

– Claudia Giraud

Picasso’s South. Andalusian References
Dal 9 ottobre 2018 al 3 febbraio 2019
Museo Picasso Malaga, Palacio de Buenavista C/ San Agustín, 8 Málaga
www.museopicassomalaga.org

Dati correlati
AutoriPablo Picasso, El Greco, Francisco de Goya, Diego Velàzquez
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).