Arte e spiritualità nella mostra di Lee Maelee a Venezia

Quella di Lee Maelee è una concezione della pittura come disciplina spirituale adeguata a esplorare l’origine del mondo e la storia dell’umanità. Ne è prova la mostra allestita alla galleria San Polo di Venezia

Sono i dipinti buddisti e sutra, del regno dinastico coreano Goryeo, vergati con inchiostro d’oro e d’argento, a fare da protagonisti nella mostra di Lee Maelee (Gangjin, 1963) alla galleria San Polo di Venezia. Trentasei opere realizzate in polvere d’oro a 24 carati dove l’artista ha trascritto frasi tratte dalla Genesi della Bibbia e dal Sutra del Diamante che, tradotte in diverse lingue, sono il pretesto per indagare l’esistenza umana.
La memoria dell’artista s’intreccia alla storia dell’umanità ancora intrappolata dagli strati geologici, come si deduce dalle immagini degli scavi del tempio di Wolnamsa, utilizzati in alcuni casi come fondale, dove vissero gli antenati dell’artista.

Lee Maelee. Genesis. Exhibition view at Galleria San Polo, Venezia 2022
Lee Maelee. Genesis. Exhibition view at Galleria San Polo, Venezia 2022

LA MOSTRA DI LEE MAELEE A VENEZIA

Genesis rappresenta un’indagine dell’evoluzione del mondo attraverso il meticoloso processo di scrittura in cui convivono aspetti dualistici come Yin e Yang, vita e morte, passato e presente. Una ricerca che diventa immersiva con l’ausilio del video, che vede individui di diverse nazionalità nell’atto di recitare poesie, che si trasfigura in un canto con incedere lento e cadenzato assumendo un ruolo centrale per la trasmissione della memoria collettiva ai posteri.

Roberta Vanali

Eventi d'arte in corso a Venezia

Evento correlato
Nome eventoLee Maelee - Genesis
Vernissage19/04/2022 ore 18
Duratadal 19/04/2022 al 28/06/2022
AutoreMaelee Lee
CuratoreThalia Vrachopoulos
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGALLERIA SAN POLO
IndirizzoSan Polo 387, 30125 - Venezia - Veneto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Roberta Vanali
Roberta Vanali è critica e curatrice d’arte contemporanea. Ha studiato Lettere Moderne con indirizzo Artistico all’Università di Cagliari. Per undici anni è stata Redattrice Capo per la rivista Exibart e dalla sua fondazione collabora con Artribune, per la quale cura due rubriche: Laboratorio Illustratori e Opera Prima. Per il portale Sardegna Soprattutto cura, invece, la rubrica Studio d’Artista. Orientata alla promozione della giovane arte con una tendenza ultima a sviluppare ambiti come illustrazione e street art, ha scritto oltre 500 articoli e curato circa 150 mostre per gallerie, musei, centri comunali e indipendenti. Tra le ultime: la doppia mostra di Carol Rama in Sardegna, L’illustrazione contemporanea in Sardegna, Archival Print. I fotografi della Magnum. Nel 2006 ha diretto la Galleria Studio 20 a Cagliari. Ha ideato e curato la galleria online Little Room Gallery (2010-13). Ha co-curato le mostre del Museo MACC (2015-17), per il quale nel 2018 è stata curatrice. Ha scritto saggi e testi critici per numerosi cataloghi e pubblicazioni. Il cinema è l’altra sua grande passione.