Boccanera Gallery Trento e Galleria Doris Ghetta Ortisei aprono un nuovo spazio a Milano Lambrate

Inaugura il 14 settembre la nuova join venture delle due gallerie trentine, che scelgono Milano come seconda sede per creare una vetrina internazionale e raggiungere un pubblico più vasto. Si alterneranno con mostre collettive e personali negli spazi dello showroom Minimal e nel project space adiacente

Boccanera Gallery Trento e Galleria Doris Ghetta Ortisei aprono un nuovo spazio a Milano Lambrate
Boccanera Gallery Trento e Galleria Doris Ghetta Ortisei aprono un nuovo spazio a Milano Lambrate

Milano città della ripartenza culturale? Stiamo per entrare nel vivo dell’art week e sono già diversi gli spazi dedicati all’arte contemporanea che in questi giorni aprono per la prima volta al pubblico. Questa volta siamo in via Ventura a Lambrate, una strada privata già connotata dalla presenza di gallerie. È qui che Giorgia Lucchi Boccanera di Boccanera Gallery Trento e Doris Ghetta di Galleria Doris Ghetta Ortisei hanno deciso di far nascere una nuova realtà condivisa, che utilizzeranno come seconda sede per offrire ai propri artisti una vetrina internazionale e raggiungere un bacino più ampio di pubblico e collezionisti. Le due gallerie, che già negli anni passati alternavano la propria programmazione nello showroom Minimal, ora si espandono nei locali adiacenti, dando vita a una project room. La dinamica è la medesima: nel corso dell’anno si divideranno equamente gli spazi mantenendo ognuna la propria identità, senza sovrapposizioni. Fatta eccezione per le mostre di apertura, che vedono un confronto tra gli artisti delle diverse gallerie: nella project room, le opere di Debora Hirsch (Boccanera Gallery) vengono messe in dialogo con quelle di Robert Bosisio (Galleria Doris Ghetta) all’interno della mostra Paintings, spaziando tra complessità simboliche e rarefazione del gesto pittorico. Nello spazio Minimal, invece, convivono le opere di Cristian Avram, Linda Carrara e Nebojša Despotović (Boccanera Gallery) con Viola Bittl, Leonardo Silaghi e Hugo Vallazza (Galleria Doris Ghetta). Cosa aspettarsi da questa nuova join venture? Lo abbiamo chiesto direttamente alle galleriste.

Boccanera Gallery Trento e Galleria Doris Ghetta Ortisei aprono un nuovo spazio a Milano Lambrate
Boccanera Gallery Trento e Galleria Doris Ghetta Ortisei aprono un nuovo spazio a Milano Lambrate

Boccanera Gallery Trento e Galleria Doris Ghetta Ortisei insieme. Con quali intenzioni è nata questa join venture?
Le nostre gallerie collaborano già da alcuni anni alternando l’attività espositiva nello spazio Minimal a Milano. Visto l’interesse per la nostra programmazione in un ambito internazionale come la scena milanese abbiamo deciso di affrontare una nuova sfida rappresentata dal nuovo spazio: una project room che si articola con pareti a diversi livelli dove far intervenire gli artisti.

Quali vantaggi apporterà alle due gallerie questa espansione?
Crediamo nella forza di un dialogo continuo e dinamico dove linguaggi e sensibilità si possano incontrare e anche contrapporre, creando nuovi pensieri e nuove ispirazioni per il pubblico. 

Come funzionerà la programmazione?
Gli spazi saranno utilizzati in maniera da garantire sempre la presenza delle due gallerie, alternando l’utilizzo dello show room di Minimal e quello della Project Room. 

Come è suddiviso lo spazio della galleria?
Gli spazi sono piuttosto interessanti, perché articolano la dimensione più tradizionale di white cube (la galleria) e quella più installativa (Minimal).

Cosa dobbiamo aspettarci per l’apertura?
Oltre alla mostra collettiva, abbiamo pensato di presentare un artista per ciascuna galleria in modo da poter raccontare al pubblico un progetto recente sul quale ognuna di noi sta lavorando. Quindi Robert Bosisio per Galleria Doris Ghetta e Debora Hirsch per Boccanera Gallery. 

Pensate che Lambrate possa essere una zona strategica per il nuovo progetto?
Lo spazio di Lambrate è indubbiamente uno spazio interessante con un passato importante e un futuro che si sta costruendo, come molte e diverse sono le storie degli artisti che presentiamo.

– Giulia Ronchi

BOCCANERA GALLERY MILANO
+39 340 5747013
[email protected]
www.boccaneragallery.com

GALLERIA DORIS GHETTA 
+39 366 1500 243
D+39 393 9323927 
[email protected]
www.dorisghetta.com

Via Ventura 6, Milano

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.