Nasce il 12° Atelier (virtuale) della Casa degli Artisti di Milano. Un tempio del cross-reality

Non è un videogioco, non è una dimensione separata dalla realtà. Il 12° Atelier si presenta come un luogo di connessione e sperimentazione artistica in grado di ampliare la dimensione fisica e architettonica della Casa degli Artisti. Diventandone punto imprescindibile della sua evoluzione.

CASA degli ARTISTI 12esimo Atelier
CASA degli ARTISTI 12esimo Atelier

Niente mostre virtuali né tour online finora per la Casa degli Artisti di Milano, che durante questi mesi di lockdown ha preferito restare in disparte e usare questo tempo di sospensione dalle attività per riorganizzare le linee del proprio operato. La sua apertura era stata celebrata da una grande inaugurazione, avvenuta il 1° febbraio 2020, nella quale si erano esibiti artisti e cantanti a sorpresa – tra cui Arisa, Giuliano Sangiorgi, Francesco Tricarico e Vinicio Capossela – segnando la (ri)nascita di un grande centro di produzione artistica nel cuore di Milano; tuttavia, a causa dell’emergenza sanitaria, la Casa degli Artisti ha dovuto chiudere i battenti dopo soli venti giorni. Una falsa partenza che tuttavia non ha esaurito il desiderio di fare di questo luogo un punto di riferimento delle arti visive e della creatività interdisciplinare. Ora è giunto il momento di riprendere in mano le redini del lavoro con il lancio di un nuovo progetto, in concomitanza della terza edizione della Milano Digital Week: si tratta del 12° Atelier, una speciale residenza all’interno di un ambiente virtuale in cross-reality dedicato alla creazione artistica. Un luogo virtuale che sarà, con modalità peculiari, una differente possibilità di sperimentazione per chi sarà invitato a lavorarci, con un’apertura alla connessione (anche verso il panorama internazionale) e alle possibilità fornite dal digitale. La finalità sarà, insomma, quella di amplificare le possibilità fornite dal resto della programmazione della Casa degli Artisti.

CASA degli ARTISTI 12esimo Atelier
CASA degli ARTISTI 12esimo Atelier

LA CASA DEGLI ARTISTI DI MILANO: IL 12° ATELIER

Una particolarità di questa nuova piattaforma è che non si tratta di un progetto pensato a seguito della pandemia che ha costretto il mondo dell’arte alla chiusura e alla programmazione online, bensì di un’iniziativa già in cantiere da tempo e preannunciata precedentemente all’inaugurazione dello spazio, che col senno di poi si è rivelata quasi provvidenziale. Il 12° Atelier, che si aggiunge agli undici atelier fisici di cui Casa degli Artisti dispone, è stato realizzato grazie alla collaborazione con AN-ICON – An-iconology History, Theory, and Practices of Environmental Images, progetto ERC (European Research Council) promosso dall’Università degli Studi di Milano. L’atelier virtuale si inserisce come oggetto di indagine nella ricerca coadiuvata dal Professore Andrea Pinotti, docente ordinario di Estetica presso il Dipartimento di Filosofia: non più concentrandosi sullo studio del campo dell’immagine, ma su quello di una realtà che si propone al pubblico come ambiente esplorabile e interattivo, lasciando la sensazione di essere incorporati in un mondo quasi-reale (da qui il termine cross-reality). Una dimensione non a sé stante, ma concepita come il prolungamento dello spazio architettonico. Il progetto “mira a sviluppare una an-iconologia come approccio metodologico al paesaggio iconico contemporaneo popolato da immagini che si propongono come degli ambienti reali e pertanto negano, in maniera paradossale, il loro statuto di immagini”, spiega Pinotti. Il nuovo spazio potrà diventare tra i protagonisti nell’evoluzione del percorso della Casa, permettendo agli artisti di tutto il mondo di interagire con questa realtà e alla Casa di ricevere stimoli anche a distanza.

CASA degli ARTISTI 12esimo Atelier
CASA degli ARTISTI 12esimo Atelier

LA CASA DEGLI ARTISTI DI MILANO: IL TOUR ALL’INTERNO DEL 12° ATELIER

Nell’attesa di scoprire quali saranno gli artisti che andranno ad occupare lo spazio, il 12° Atelier sarà protagonista dell’incontro Atelier virtuale. Creare e progettare in cross-reality in programma mercoledì 27 maggio 2020 dalle 17.30 alle 19.30 in modalità streaming sulle pagine Facebook di Casa degli Artisti e di UXR.zone. All’incontro interverranno Mattia Bosco, coordinamento Casa degli Artisti con Andrea Pinotti, e Enea Le Fons, cybernauta e costruttore dell’architettura virtuale, fondatore di UXR.zone. Un’occasione per presentare al pubblico il progetto e guidarlo in una visita virtuale della nuova piattaforma 3D attraverso un avatar. Per partecipare è obbligatoria la registrazione – fino ad esaurimento posti – scrivendo un’email all’indirizzo [email protected]

    Giulia Ronchi

https://www.casadegliartisti.org/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.