Apre a Nuoro Spazio Ilisso. La prima mostra è della fotografa tedesca Marianne Sin-Pfältzer

La Casa Editrice Ilisso apre a Nuoro un nuovo spazio espositivo. Ad inaugurarlo una mostra antologica della fotografa tedesca Marianne Sin-Pfältzer. 

Marianne Sin-Pfältzer, Paesaggi umani, Spazio Ilisso, Nuoro 2019. Ph. Camilla Mattola
Marianne Sin-Pfältzer, Paesaggi umani, Spazio Ilisso, Nuoro 2019. Ph. Camilla Mattola

La Casa Editrice Ilisso, impegnata dal 1985 in un progetto di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale sardo, raggiunge un nuovo traguardo inaugurando uno spazio pensato per accogliere le produzioni degli scultori sardi del Novecento, nonché mostre temporanee a tema vario. Primo passo per la realizzazione del museo è stato la ristrutturazione dell’ex Casa Papandrea di Nuoro, una struttura del primo Novecento che meritava di essere recuperata: i suoi ambienti, di cui è stato mantenuto quasi inalterato l’aspetto, con i soffitti alti, il giardino interno e la pavimentazione Déco, aggiungono un nuovo tassello al già animato panorama espositivo nuorese, che conta il MAN, il Museo delle Arti e tradizioni popolari sarde e il Tribu, spazio comunale in passato gestito dalla Ilisso e ora chiuso per restauri.

LA PRIMA MOSTRA

In attesa di allestire la collezione permanente, il nuovo museo apre con la mostra Paesaggi Umani, dedicata alla fotografa Marianne Sin-Pfältzer. Di nazionalità tedesca, l’artista ha instaurato fin dalla sua prima visita negli anni Cinquanta un legame speciale con la Sardegna, al punto da trasferirsi a Nuoro nell’ultima parte della sua vita. Molte delle foto scattate da Sin-Pfältzer ritraggono infatti l’isola ma si intrecciano ad una più ampia ricerca personale e artistica che l’ha condotta in paesi come gli Stati Uniti, le Filippine e l’India. Foto di reportage, ritratti in bianco e nero o a colori, sguardi sensibili sulla realtà, gli scatti dell’artista ci trasportano in un mondo vivo, talvolta stupefacente, come nelle foto che ritraggono alcune specie animali, talvolta impietoso, come esemplificato dagli scatti che immortalano alcune realtà urbane marginali. Completa Paesaggi Umani un documentario dedicato all’artista realizzato da Enrico Pinna e Andrea Mura. 

– Camilla Mattola

Marianne Sin-Pfältzer – Paesaggi Umani
Fino al 13 aprile 2020
Spazio Ilisso
Via Brofferio 23, Nuoro
www.illisso.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Camilla Mattola
Camilla Mattola (Sassari, 1993) è laureata in Lingue e Culture dell'Asia e dell'Africa a Torino, indirizzo linguistico giapponese, e in Lettere, Filologia Moderna e Industria culturale a Sassari, con una tesi in museologia. Da sempre interessata alla teoria postcoloniale e ai processi di decolonizzazione, è appassionata di arte, antropologia culturale, e di tutto ciò che è dibattito e cultura. Mentre prosegue la sua formazione in ambito storico-artistico e museale, collabora con diverse testate specialistiche.