Antiretorica: le proiezioni scultoree di Matteo Negri a Milano

Galleria Monopoli, Milano ‒ fino al 26 gennaio 2020. La mostra personale di Matteo Negri nella galleria milanese coniuga installazione, scultura, pittura, ceramica, progettualità e manualità.

Dinamiche singolari, mutevoli e dalla decisa geometria prendono corpo nelle opere scultoree di Matteo Negri (San Donato Milanese,1982). Nella selezione dei nuovi lavori installati a parete, caratterizzati da una solida costruzione formale, emergono, grazie all’applicazione di pellicole colorate e strati di grafie su alluminio o carte, degli insoliti riverberi cangianti, amplificati dai passaggi di luce che invadono la galleria.
Le abili composizioni di Negri inducono a una riflessione che rimanda ai prodromi atteggiamenti sperimentali di Bruno Munari che, negli Anni Cinquanta, avviò un processo di smaterializzazione dell’arte attraverso l’idea del dipingere con la luce, realizzando una serie di opere intitolate Proiezioni Dirette.
Se con quei lavori Munari raggiunge la smaterializzazione, Negri, con le sue proiezioni fatte di giochi di incastri, variazioni cromatiche e solide costruzioni riflettenti, compie un processo inverso, arriva a una maggiore identità volumetrica e spaziale volta a conquistare non solo le ampie sale del luogo espositivo, ma anche la percezione visiva e ambientale del fruitore, che diviene partecipe di un momento architettonicamente immersivo.

Giuseppe Amedeo Arnesano

Evento correlato
Nome eventoMatteo Negri - Antiretorica
Vernissage14/11/2019 ore 18,30
Duratadal 14/11/2019 al 26/01/2020
AutoreMatteo Negri
CuratoreLorenzo Madaro
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGALLERIA MONOPOLI
IndirizzoVia Giovanni Ventura 6 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giuseppe Arnesano
Storico dell'arte e curatore indipendente. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali all'Università del Salento e in Storia dell'Arte Moderna presso l'Università La Sapienza di Roma. Ha conseguito un master universitario di I livello alla LUISS Master of Art di Roma. Giornalista pubblicista, iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti dal 2011, collabora come critico d’arte con Artribune dal 2011. Nel settore della comunicazione culturale, dal 2013 a oggi, ha lavorato con la Soprintendenza Speciale del Polo Museale Romano, con la Fondazione Torino Musei e la Fondazione Carriero a Milano. Tra le mostre recenti è co-curatore del progetto “Studio e Bottega - Tradizione e Creatività nel segno dell’Arte”, ideato da Ilaria Gianni e realizzato negli spazi della Fondazione Pastificio Cerere di Roma.