Alla ricerca della felicità. Artisti italiani in mostra ai Serlachius Museums in Finlandia

La ricognizione sull’arte italiana degli ultimi anni passa in questa mostra attraverso una domanda: che cos’è la felicità? Il racconto a più voci non dimentica i momenti di crisi politica ed economica che hanno segnato una generazione.

Goldschmied Chiari, Where Shall We Go Dancing Tonight. Courtesy Museion, Bolzano and the artists. Photo Meneghel Zanella.
Goldschmied Chiari, Where Shall We Go Dancing Tonight. Courtesy Museion, Bolzano and the artists. Photo Meneghel Zanella.

La ricerca della felicità è al centro della nuova mostra allestita presso i Serlachius Museums, un complesso formato da due istituzioni dedicate alle arti visive che sorge presso Mänttä, in Finlandia. The Quest for Happiness – Italian Art Now, a cura di Pirjo Immonen, Maria Stella Bottai e Lorella Scacco (quest’ultima tra gli organizzatori della manifestazione finlandese Art Fair Suomi) ospita i lavori di 14 artisti affermati nel panorama internazionale, offrendo una ricognizione della produzione artistica italiana degli ultimi anni. Si parla dunque di felicità, ma anche dei numerosi ostacoli che vi si contrappongono. Con particolare riferimento all’evento scatenante che ha segnato un’intera generazione su un piano sociale ed economico, ovvero la crisi del 2008. Ecco allora che la domanda si fa più specifica: che cosa rimane della felicità, in seguito a un tale momento storico? A rispondere sono gli artisti Yuri Ancarani, Silvia Camporesi, Loris Cecchini, Federica Di Carlo, Goldschmied & Chiari, Francesco Jodice, Marzia Migliora, Matteo Montani, Okkult Motion Pictures (Alessandro Scali e Marco Calabrese), Federico Pietrella, Pietro Ruffo, Marinella Senatore, Federico Solmi e ZimmerFrei, i quali mettono al centro molteplici tematiche declinate in maniera personale, come spiritualità e materialismo, famiglia e comunità, tempo e natura, storia e identità, politica e libertà, sentimenti e tecnologie. Con opere che passano per pittura, disegno, scultura, fotografia, performance, installazione, video e nuovi media. 

-Giulia Ronchi

The Quest for Happiness – Italian Art Now
Dal 26 ottobre 2019 al 29 marzo 2020
Serlachius Museums
Joenniementie 47
35800 Mänttä, Finlandia

http://www.serlachius.fi

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.