Gli artisti italiani all’Art Fair Suomi, il festival sugli spazi indipendenti di Helsinki

Alla fiera finlandese, una significativa presenza di artisti e spazi no-profit italiani: nella sezione FOCUS ITALIA spicca il progetto Home Abroad, che riflette sulla ricchezza umana che si acquisisce trasferendosi in un paese straniero

Zapruder, Speak in tongues, video, 2015
Zapruder, Speak in tongues, video, 2015

Giunta alla dodicesima edizione, apre Art Fair Suomi, la fiera internazionale di arte contemporanea dedicata agli spazi no-profit e sperimentali. L’evento è organizzato da due corporazioni di artisti finlandesi, Muu ry e Photographic Artists’ Association e prevede un approccio a tutti tipi di media, comprese performance, fotografia, installazione e sound art. FOCUS ITALIA è la sezione dedicata agli artisti dello Stivale e celebra i Cento anni d’Italia in Finlandia. 1919-2019 tramite una serie di eventi in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura a Helsinki. Tra questi, Home Abroad è il video screening a cura di Lorella Scacco, che riunisce i lavori di sei artisti: Rä Di Martino (con l’opera The show MAS go on, dedicata a Roma e al suo magazzino storico), Antonio Rovaldi e il collettivo Zapruder dall’Italia; Lauri Astala, Marja Helander, Minna Rainio & Mark Roberts dalla Finlandia. Il tema sarà quello del trasferimento spontaneo o necessario, reale o immaginario, da un paese all’altro, che interessa con sempre maggiore frequenza le ultime generazioni, in particolare all’interno della comunità europea. L’iniziativa vuole sottolineare l’arricchimento che coinvolge sia chi decide di cambiare paese, sia le società che lo accolgono, all’insegna dello scambio umano e culturale. Anche altri artisti italiani sono compresi nel calendario del festival, come Roberto Fusco, artista italiano residente a Helsinki e autore di un’installazione multimediale e Resi Girardello con un ciclo di performance. Tra gli espositori italiani, invece, si contano  Cose Cosmiche, Cultrise e Immuto. Seguiranno, infine, talk con ospiti italiani (Careof di Milano) e internazionali (Catalyst di Helsinki), su argomenti inerenti alle ipotesi di sviluppo degli spazi alternativi.

-Giulia Ronchi

Art Fair Suomi
Dal 23 al 26 maggio 2019
Cable Factory
Tallberginkatu 1 C,
00180 Helsinki, Finlandia
www.artfairsuomi.fi

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.