Polvere e tempo. Damiano Azzizia a Roma

Casa Vuota, Roma – fino al 13 ottobre 2019. Una metariflessione sull’intimità degli spazi domestici vissuti e abbandonati, sull’attesa e sulla fragilità della memoria.

Entrando a Casa Vuota per la prima personale di Damiano Azzizia (Martina Franca, 1993), si percepisce immediatamente la presenza di un’assenza. Le stanze, a prima vista spoglie, solo apparentemente vuote, accolgono sulle pareti opere discrete, silenziose, quasi schive. Sono cartoni di piccolo formato, su cui Azzizia dipinge ambienti domestici, spogli e solitari, dimentichi della presenza umana che è semplicemente evocata, resa eco di un abbandono. Nelle prospettive sghembe di visioni via via ravvicinate, come una sequenza di piani cinematografici, pareti, angoli, porte, armadi e sedie sono protagonisti di una narrazione in cui gli oggetti “umanizzati” hanno vita autonoma, anima e umori.
C’è tutta la tensione del tempo sospeso di matrice metafisica nelle raffinate inquadrature di Azzizia, in cui l’attesa struggente definisce una misteriosa atmosfera, quale riflessione sul senso della vita. I contorni irregolari dei cartoni sono metafora di un tempo slabbrato, contratto e dilatato nella dimensione della memoria personale, come i colori polverosi, che offuscano e velano il passato, i ricordi, al pari della polvere, metro dello scorrere del tempo.

Eloisa Saldari

Evento correlato
Nome eventoDamiano Azzizia - Polvere
Vernissage13/09/2019 ore 18,30
Duratadal 13/09/2019 al 13/10/2019
AutoreDamiano Azzizia
CuratoriSabino de Nichilo, Francesco Paolo Del Re
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoCASA VUOTA
Indirizzovia Maia 12 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Eloisa Saldari
Eloisa Saldari (Roma, 1978), storica dell’arte e curatrice freelance, ha approfondito lo studio dei rapporti tra arti visive e scienza, in particolare nell’ambito dell’Arte Povera. Specializzata in comunicazione estetica e museale, è stata curatrice dello spazio sperimentale non profit Sala 1 – Centro Internazionale d’Arte Contemporanea, dal 2009 collabora con la Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici del Lazio (Roma) nel coordinamento scientifico e organizzativo di mostre ed eventi. Si interessa di educazione all’arte con l’ideazione e la gestione di attività didattiche che introducono alla esperienza estetico-pedagogica e contestualmente è docente in master post-universitari. Collabora con riviste specializzate in arte contemporanea.