Trento. Una mostra racconta l’economia globale

Galleria Civica, Trento – fino al 1° settembre 2019. In occasione del Festival dell’Economia, la Galleria Civica propone una collettiva che riflette sul mondo globale.

Adrian Paci, The Column, 2013. Courtesy l'artista, Kaufmann Repetto, Milano New York, Peter Kilchmann, Zurigo
Adrian Paci, The Column, 2013. Courtesy l'artista, Kaufmann Repetto, Milano New York, Peter Kilchmann, Zurigo

In occasione della 14esima edizione del Festival dell’Economia di Trento si è voluto gettare un ponte concettuale tra economia e arte contemporanea. I temi centrali di questo appuntamento erano la globalizzazione, il nazionalismo e la rappresentanza. Ad artisti che già erano stati individuati come precursori di questa coscienza politica e prontamente acquisiti, a suo tempo, dal MART, e ora nelle sue collezioni, come Andreas GurskyFischli & WeissShirin NeshatWolfgang Tillmans sono stati affiancati artisti come Adrian Paci, Alessandro CalabreseBrigitte NiedermairDaniele GirardiDido FontanaDiscipula, Filippo Berta, Filippo Minelli, Giovanni Morbin, Hannes EggerIngrid HoraNicolò DegiorgisPaolo CiregiaThe Cool Couple. Tutti, con le loro opere, hanno avuto una sensibilità nel produrre immagini, video e installazioni che riflettono l’esperienza visiva del mondo circostante.

Wolfgang Tillmans, Chris supermaket, 1990. Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi
Wolfgang Tillmans, Chris supermaket, 1990. Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi

Adrian Paci con The Column (2013) ha realizzato un video che racconta il viaggio di una nave-fabbrica che trasporta un grosso blocco di marmo e che viene lavorato a bordo. Il video di Filippo Berta Sulla retta via (2014) è il richiamo dello spostamento che continuiamo a vedere di persone che sembrano senza meta, corpi che vagano per vivere e vanno verso una condizione migliore. Molti altri si muovono nell’area della fotografia espansa, che riflette il caos dell’immagine nel nostro mondo, dove la destabilizzazione visiva è ormai endemica. Diverso è il lavoro proposto da Giovanni Morbin con Tergicristallo, dove due macchinari generano un vuoto che impedisce l’utilizzazione dello spazio espositivo. Una sorta di nulla meditativo che introduce all’opera successiva, visto che è la prima che si trova entrando in galleria. I due curatori, o meglio i due Virgilio, invitano a fare un percorso nel caotico mondo delle immagini, svegliando il visitatore da quel torpore visivo in cui ormai è precipitato, esangue e spaesato.

Claudio Cucco

Evento correlato
Nome eventoEveryday Life
Vernissage30/05/2019 ore 18 su invito
Duratadal 30/05/2019 al 01/09/2019
CuratoriCarlo Sala, Gabriele Lorenzoni
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoGALLERIA CIVICA DI TRENTO
IndirizzoVia Belenzani 44 38122 - Trento - Trentino-Alto Adige
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudio Cucco
Claudio Cucco (Malles Venosta, 1954) attualmente è residente a Rovereto. I suoi studi di Filosofia sono stati fatti a Bologna, è direttore della Biblioteca di Calliano (TN) e critico d’arte. S’interessa principalmente di arte contemporanea e di architettura e dell’editoria legata a questi due linguaggi. Collabora con il quotidiano L’Adige, con la rivista Arte e Critica e la rivista Nuova Informazione Bibliografica, edita da Il Mulino. Dal 2011 fa parte dei collaboratori di Artribune, dopo aver collaborato per anni a Exibart e precedentemente a Tema Celeste.