10 anni di JustMad a Madrid: un bilancio e le novità della fiera dell’arte emergente

L’edizione del decimo anniversario della fiera apripista dell’art week spagnola vede un aumento dei partecipanti e maggiore internazionalizzazione con 60 gallerie da tutta Europa e dalle Americhe. Due le gallerie italiane

Oosterplas - cairn 2018
Oosterplas - cairn 2018

Decimo anniversario per JustMad, la piattaforma internazionale di Madrid per l’arte contemporanea emergente, che apre come sempre la settimana dell’arte in Spagna inaugurando, in anticipo di un giorno su ARCOmadrid, il 26 febbraio per proseguire fino al 3 marzo. Più di 60 espositori provenienti da tutta Europa e dalle Americhe parteciperanno a questa edizione del decennale che avrà sede al Palacio de Neptuno, situato nel cuore del quartiere artistico della capitale spagnola. Questo palazzetto signorile dell’Ottocento, su due piani, con giardino e cavallerizza annessi, sarà un debutto, visto che dopo l’annuncio dell’anno scorso, all’ultimo momento non era poi stato utilizzato.

IL PROGETTO

Nato con il proposito di offrire al pubblico un evento espositivo parallelo e complementare ad Arco, ma in centro città, alle cui prime edizioni ha collaborato anche Carlos Urroz, attuale direttore della fiera dell’arte contemporanea, JustMad, negli ultimi dieci anni, è stato un luogo in cui scoprire l’arte all’avanguardia, e uno strumento adatto a nutrire il mercato con nuovi talenti, sia in Spagna che all’estero. “Siamo stati in prima linea in tutto ciò che il settore artistico del Paese ha attraversato negli ultimi 10 anni”, dichiara il co-direttore artistico Daniel Silvo, videoartista di 36 anni, originario di Cadice, al suo secondo anno alla guida della fiera. “Nonostante sia nata nel mezzo della più grave crisi della nostra era, il viaggio verso l’alto di JustMad, caratterizzato dalla resilienza, riflette in molti modi la ripresa della Spagna”. Dopo aver visto un aumento delle vendite del 28% nella sua ultima edizione, JustMad ora si prepara ad attraversare il prossimo decennio con un notevole aumento dei partecipanti all’edizione 2019 e una maggiore internazionalizzazione del suo programma, con gallerie di Paesi come Austria, Brasile, Cuba, Francia, Messico, Portogallo, Spagna, Regno Unito, Uruguay e Stati Uniti: dall’Italia segnaliamo il ritorno della romana White Noise e il debutto della torinese Burning Giraffe che ha in corso fino al 20 aprile a Torino la mostra del poeta della street art Opiemme. Inoltre, per celebrare la sua recente espansione oltre la Spagna – con la prima edizione di JustLX che si è tenuta a Lisbona nel maggio 2018 – la fiera presenta un focus speciale sul Portogallo, con la partecipazione di dodici gallerie portoghesi.

GLI EMERGENTI

JustMad è, poi, anche la fiera che aiuta a incrementare e coltivare la futura generazione di importanti collezionisti d’arte, attraverso iniziative come il suo Young Collector Award. “Il nostro ruolo nello sviluppo del mercato emergente dell’arte non riguarda solo la promozione di giovani artisti, ma anche il sostegno alla prossima generazione di collezionisti che guiderà l’economia artistica del futuro”, conclude l’altro co-direttore artistico, la curatrice asturiana trentenne Semíramis González. “Oltre ai giovani, ci sono altre tendenze cruciali che guidano il mercato globale, come le artiste donne, un tema a cui JustMad è sempre stato attento – la maggior parte del nostro programma è, infatti, composto dal sesso femminile, che è un passo importante per l’economia creativa”.

-Claudia Giraud

JustMad 2019
Dal 26 febbraio al 3 marzo 2019
Palacio Neptuno, 42 Calle de Cervantes, Madrid, Spain
www.justmad.es

Dati correlati
Autore Opiemme
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).

LEAVE A REPLY