La galleria austriaca Lisi Hämmerle riapre a marzo con la mostra Scivias e 3 artisti italiani

“Scivias” significa percorrere la conoscenza attraverso strade metafisiche. Valentina D’Amaro, Debora Hirsch e Devis Venturelli saranno i protagonisti della nuova mostra alla galleria Lisi Hämmerle a Bregenz.

Dopo un periodo di ristrutturazione, la galleria austriaca Lisi Hämmerle riapre le sue porte a marzo. E lo fa con Scivias, un viaggio interiore alla scoperta della verità, “un progetto che riflette una convergenza di interessi e visioni che contemplano una concezione metafisica dell’arte come strumento di indagine della realtà che trascende la ragione e il pensiero concettuale”, spiegano gli organizzatori. I tre artisti invitati sono Valentina D’Amaro (Massa, 1966), che con le sue tele in glitter e acrilico crea paesaggi sospesi senza narrazione, in cui tutto può succedere; l’italo-brasiliana Debora Hirsch (San Paolo, 1966), che con la sua serie pittorica Firmamento mette in connessione mondi solo apparentemente slegati tra loro, in bilico tra linguaggio digitale, elementi decorativi provenienti dal periodo coloniale in America e diverse simbologie. Infine, Devis Venturelli (Faenza, 1974) mostra, attraverso il video Sculpt the Motion, il movimento e la trasformazione continua di corpi metallici che, lucenti, riflettono l’architettura circostante e ammiccano alle dinamiche futuriste di Boccioni.

Raccolte nella gallery, le prime immagini della mostra.

-Giulia Ronchi

Scivias
dal 15 marzo al 4 maggio 2019
GALERIE LISI HÄMMERLE
Anton-Schneider-Straße 4a, 6900 Bregenz, Austria
+43 (0)5574 52452

Dati correlati
AutoriValentina D'Amaro, Debora Hirsch, Devis Venturelli
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.

LEAVE A REPLY