I 10 musei più seguiti su Instagram e, a sorpresa, ci sono anche le Gallerie degli Uffizi

La pagina Instagram delle Gallerie Uffizi di Firenze ha superato quota 150mila followers, attestandosi come il museo più seguito in Italia. Ma quali sono i musei con più seguaci al mondo? Ecco una panoramica…

Gli Uffizi
Gli Uffizi

 

Che Instagram sia il social network del momento è un dato ormai assodato. In crescita costante, la piattaforma basata esclusivamente sulla divulgazione di immagini, non ha mai conosciuto, finora, battute d’arresto. Anzi, per numero di condivisioni e di interazioni sembra destinato a superare a breve anche Facebook, fino ad oggi star indiscussa dell’universo social. A sancire l’ascesa e i trend futuri è lo studio più autorevole sul campo, il Global Digital 2018, un’indagine condotta da We Are Social in collaborazione con Hootsuite, la piattaforma di social media management più utilizzata a livello mondiale. Un trend globale visto che la piattaforma ha triplicato i suoi iscritti rispetto al 2017. In maniera diversa da Facebook, Instagram ha delle potenzialità enormi in termini di comunicazione e già da tempo è diventato uno degli strumenti di comunicazione preferiti anche dal sistema dell’arte. Tantissimi sono i musei che hanno aperto profili Instagram e molti sono seguitissimi con numeri da far invidia a più noti influencer. E se l’Italia resta il fanalino di coda rispetto alla comunicazione social per quanto riguarda le grandi istituzioni culturali, un piccolo successo va segnalato. La pagina Instagram delle Gallerie degli Uffizi di Firenze ha superato quota 150mila followers, attestandosi come il museo più seguito in Italia. Numeri ancora bassissimi, certo, rispetto a 3,7 milioni del MoMA o agli 1,8 milioni del Louvre, ma rispetto al panorama italiano rappresenta un successo importante. Ma quali sono i musei con il numero maggiore di seguaci al mondo? Ecco una panoramica…

Mariacristina Ferraioli

1. MOMA

Il MoMA a New York

A dominare la classifica sono ovviamente i musei americani data anche la diffusione che ha il social network tra la popolazione. Star assoluta è la pagina del MoMAMuseum of Modern Art di New York con i suoi 3,7 milioni di followers ed una media di 20mila like ad immagine postata. Un mix di foto di opere della collezione permanente e delle mostre temporanee. Un buon numero di seguaci anche per la pagina del MoMA PS1che ha superato il mezzo milione di followers.

https://www.instagram.com/themuseumofmodernart/?hl=it
https://www.instagram.com/momaps1/?hl=it

2. MET

Metropolitan Museum of Art, New York

Grandi numeri anche per il Metropolitan Museum of Art che vanta 2,5 milioni di followers ma un numero decisamente più alto di like per immagine postata. Il motivo è presto chiaro, rispetto al MoMA che punta tanto anche sul contemporaneo e opere inedite, la pagina del MET condivide per lo più immagini dei suoi capolavori conosciuti universalmente.

https://www.instagram.com/metmuseum/?hl=it

3. TATE

Switch House, Tate Modern © Iwan Baan

Primo tra i musei europei è la Tate con 2,2 milioni di seguaci. Profilo ufficiale in teoria di tutte e quattro i musei a marchio Tate – Tate Modern, Tate Britain, Tate Liverpool, Tate St Ives– è in realtà la pagina principalmente della Tate Modern e della Tate Britain, mentre le altre due hanno profili personali – la Tate Liverpool con oltre 35mila seguaci, Tate St Ives con quasi 16mila. Mix perfetto tra opere d’arte moderna e contemporanea, la pagina della Tate vanta il numero più alto di like per immagine.

https://www.instagram.com/tate/?hl=it
https://www.instagram.com/tateliverpool/?hl=it
https://www.instagram.com/tatestives/?hl=it

4. LOUVRE

Il Louvre di Parigi

Continua l’ascesa del Louvre di Parigi anche suoi social. Tornato nel 2017 a dominare la classifica dei musei più visitati del pianeta, il museo parigino può vantare anche un seguito social di tutto rispetto: 1,8 milioni di followers con poco più di un migliaio di immagini postate. Discreto il numero raggiunto anche dalla pagina del Louvre Abu Dhabi che ha superato i 100mila seguaci nonostante la diffusione dei social nel mondo arabo sia molto meno capillare.

https://www.instagram.com/museelouvre/?hl=it
https://www.instagram.com/louvreabudhabi/?hl=it

5. GUGGENHEIM MUSEUM

Frank Lloyd Wright, Guggenheim Museum, New York 1959

Stesso numero di followers per Guggenheim Museum di New York che però vanta numeri altissimi anche nelle “pagine satellite”. Il brand museale più famoso del mondo ha, infatti, quasi 300mila seguaci sulla pagina del Museo Guggenheim Bilbao e altri 175mila su quella della Peggy Guggenheim Collection di Venezia.

https://www.instagram.com/guggenheim/?hl=it
https://www.instagram.com/museoguggenheim/?hl=it
https://www.instagram.com/guggenheim_venice/?hl=it

6. VICTORIA AND ALBERT MUSEUM – LONDRA

Victoria and Albert Museum, Londra

È quasi a quota 800mila followers la pagina Instagram del Victoria and Albert Museum di Londra. La pagina sposa perfettamente il profilo culturale e curatoriale del museo alternando immagini tratte dal mondo della moda ad opere d’arte.

https://www.instagram.com/vamuseum/?hl=it

7. CENTRE POMPIDOU – PARIGI / METZ

Parigi, il Centre Pompidou visto dall’alto

Tra i musei più seguiti del pianeta c’è di diritto il Centre Pompidou di Parigi con i suoi quasi 700 mila seguaci a cui corrisponde, però, un numero bassissimo di like per immagini postate. La causa va probabilmente ricercata nella scelta di condividere opere d’arte spesso poco note al grande pubblico. Nessun post e poco più di 1000 seguaci, invece, per la pagina del Pompidou Metz.

https://www.instagram.com/centrepompidou/?hl=it
https://www.instagram.com/centrepompidoumetz/?hl=it

8. MOCA LOS ANGELES

MOCA – Los Angeles

Numeri interessanti anche per il MOCA di Los Angeles che viaggia verso i 400mila seguaci. Negli ultimi giorni la pagina ha fatto registrare un’affluenza maggiore in seguito all’annuncio della nomina di Klaus Biesenbachalla direzione del museo. L’istituzione californiana ha scelto proprio la sua pagina Instagram per comunicare la notizia. Tanti commenti, equamente divisi tra favorevoli e contrari, al post.

https://www.instagram.com/mocalosangeles/?hl=it

9. GLI UFFIZI FIRENZE

Le Gallerie degli Uffizi

Le Gallerie degli Uffizi hanno raggiunto i 150mila followers su Instagram attestandosi come il primo museo pubblico italiano per numero di seguaci. Un ottimo risultato raggiunto in pochissimo tempo visto che la pagina ha fatto registrare un 50% in più di persone dall’inizio dell’anno. Merito, indubbiamente, anche della forte campagna di comunicazione voluta dal direttore Eike Schmidt. “Il successo globale del canale Instagram degli Uffizi – dichiara all’Ansa Schmidt – è anche un successo di conoscenza, di educazione, perché ogni giorno proponiamo un’immagine delle collezioni e un’interpretazione storico-artistica, e spesso pure un brano di poesia del passato e del presente. Questa formula ha trovato tanti seguaci in tutto il mondo: è rigorosamente bilingue in italiano e in inglese, per tutte le età tutte e le generazioni, e infatti siamo il museo che cresce di più in tutto il mondo su Instagram”.

https://www.instagram.com/uffizigalleries/?hl=it

 

10. MUSEO DEL 900 – MILANO

Museo del Novecento, Milano

Fa registrare una buona crescita anche la pagina Instagram del Museo del 900di Milano che ha raggiunto quota 70mila followers. Un numero non altissimo, chiaramente, rispetto ad altri musei del pianeta che hanno pagine social decisamente più seguite, ma abbiamo piacere ad inserirla in classifica per segnalare l’impegno e la crescita in una situazione italiana che, ad eccezione per le istituzioni citate e per il Maxxi di Roma che ha 68mila followers, è abbastanza desolante. Basti pensare al MACRO, il museo d’arte contemporanea di Roma, la cui vetrina Instagram ha meno di 1500 seguaci e solo 3 post.

https://www.instagram.com/museodel900/?hl=it
https://www.instagram.com/museomaxxi/?hl=it
https://www.instagram.com/museomacro/?hl=it

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia e Icon Design. Sta conseguendo un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano ed è docente a contratto presso diverse istituzioni tra cui l’Accademia di Belle Arti di Brera.