Doppie visioni femminili. Veronica Botticelli e Khen Shish a Roma

Galleria Anna Marra, Roma ‒ fino al 28 ottobre 2017. La galleria capitolina ospita il dialogo sulla pittura di Veronica Botticelli e Khen Shish. Dando voce a due visioni differenti e complementari.

Due visioni di vita opposte, due modi di raccontare, esprimere e indagare la pittura completamente differenti: Veronica Botticelli (Roma, 1979) ritorna alla Galleria Anna Marra di Roma contrapposta alla israeliana Khen Shish (Safed, 1970).
Il lavoro delle due donne si accomuna poiché entrambe lavorano su tele di grandi formato, usano il disegno e indagano la gestualità. Non potrebbero però essere più differenti nelle loro visioni della pittura: Khen Shish si rifà all’espressionismo tedesco e alla Transavanguardia, producendo violenti con colori scuri e pieni di pathos e rabbia, mentre Veronica Botticelli invece è l’opposto, ossia un’artista che, venendo dalla scuola di San Lorenzo, concepisce le sue tele in uno stato di grazia e calma. I suoi quadri si riempiono di colori pastello e femminilità, rappresentata qui dalle macchine da cucire Singer, simbolo per tutti noi di un passato che non c’è più.

Valentina Gasperini

Evento correlato
Nome eventoKhen Shish / Veronica Botticelli - La distanza delle ragioni
Vernissage18/09/2017 ore 18,30
Duratadal 18/09/2017 al 28/10/2017
AutoriVeronica Botticelli, Khen Shish
CuratoreGiorgia Calò
Generiarte contemporanea, doppia personale
Spazio espositivoGALLERIA ANNA MARRA
Indirizzovia Sant'angelo in Pescheria 32 00186 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Gasperini
Valentina Gasperini (Roma, 1987) si laurea in Storia dell'arte contemporanea nel gennaio 2013 presso l'Università la Sapienza in Roma, con una tesi sulla nascita della galleria l'Obelisco. Tra le sue esperienze ci sono diverse collaborazioni nei centri dell'arte contemporanea a Roma, come la galleria Magazzino d'Arte Moderna e l'Istituto Svizzero. Membro di 1to1 projects, piattaforma per la creazione, lo sviluppo e la creazione di progetti di arte contemporanea che ha sede al Macro Testaccio di Roma. Vive a Roma.