L’essenza del tempo nelle opere di Cucchi e David. Ad Arezzo

Casa Masaccio, San Giovanni Valdarno – fino al 20 agosto 2017. Una mostra raccolta e discreta fa da cornice a un dialogo riuscito tra gli interventi di Enzo Cucchi ed Enrico David.

Un incipit leopardiano ispira una mostra dal curioso carattere metafisico. Poche le opere, fra arazzi, sculture, dipinti, degli artisti Enzo Cucchi (Morro d’Alba, 1949) ed Enrico David (Ancona, 1966). Gli arazzi in lana di David spiccano nelle sale per le forti bicromie che riproducono immagini stilizzate di animali ed elementi naturali, piccoli frammenti di un quotidiano sospeso in una dimensione senza tempo, immemoriale, mentre echi medievali scaturiscono dalle opere di Cucchi. Una quiete atavica avvolge le sale, a racchiudere una tensione latente, pronta a uscire come l’uccello in gabbia di leopardiana memoria.
Una mostra allestita con discrezione, senza soffocare le antiche sale, che accolgono poche opere ciascuna, le quali opere, seppur collocate a distanza l’una dall’altra, riescono a dialogare attraverso un impalpabile filo narrativo.

Niccolò Lucarelli

Evento correlato
Nome eventoEnzo Cucchi / Enrico David - Entro dipinta gabbia
Vernissage24/06/2017 ore 19
Duratadal 24/06/2017 al 20/08/2017
AutoriEnzo Cucchi, Enrico David
CuratoreRita Selvaggio
Generiarte contemporanea, doppia personale
Spazio espositivoCASA MASACCIO
IndirizzoCorso Italia 83 - San Giovanni Valdarno - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Niccolò Lucarelli
Laureato in Studi Internazionali, è curatore, critico d’arte, di teatro e di jazz, e saggista di storia militare. Scrive su varie riviste di settore, cercando di fissare sulla pagina quella bellezza che, a ben guardare, ancora esiste nel mondo.