Sky Arte Festival inaugura a Napoli. Con un documentario su Fabio Mauri

La kermesse partenopea ha ufficialmente aperto i battenti con la speciale proiezione ospite del Museo Madre. Primo evento di una tre giorni all’insegna della creatività.

Fabio Mauri - Ritratto a luce solida. Documentario, regia di Andrea Bettinetti
Fabio Mauri - Ritratto a luce solida. Documentario, regia di Andrea Bettinetti

La prima edizione dello Sky Arte Festival ha debuttato sul palcoscenico napoletano, offrendo a un pubblico di vip e addetti ai lavori l’opportunità di assistere all’anteprima di Fabio Mauri – Ritratto a luce solida, il documentario dedicato all’artista scomparso nel 2009 e legato alla città partenopea da un solido rapporto. Diretta da Andrea Bettinetti e prodotta da Good Day Films, la pellicola è l’esito della collaborazione con Studio Fabio Mauri, custode della memoria creativa dell’artista e diretto interlocutore del Museo Madre nella messa a punto della grande retrospettiva, allestita presso la sede campana fino allo scorso marzo.
Realizzato in esclusiva per Sky Arte HD, il lungometraggio ricostruisce il profilo umano e il percorso artistico e intellettuale di un maestro del Novecento, affiancando a un excursus sulla sua carriera uno sguardo, attento e consapevole, all’intimità della sua esistenza privata. Il risultato è un racconto corale, che riunisce, oltre alla viva voce dello stesso Fabio Mauri, una serie di testimonianze di amici, familiari e colleghi, tra cui il fratello Achille, la compagna Piera Leonetti, Jannis Kounellis, Carolyn Christov-Bakargiev, Furio Colombo, Laura Cherubini e Paul McCarthy.

Fabio Mauri - Ritratto a luce solida. Documentario, regia di Andrea Bettinetti
Fabio Mauri – Ritratto a luce solida. Documentario, regia di Andrea Bettinetti

UN ARTISTA IN ANTICIPO SUI TEMPI

Un omaggio sentito a un uomo in grado di attraversare gli orrori della Seconda Guerra Mondiale e di non soccombere alla brutalità di un rovinoso capitolo storico; scegliendo l’arte come strumento di salvezza dalla cieca follia bellica, come mezzo per illuminare il lato più violento dell’umanità.
Un artista lontano dalle definizioni univoche, capace di sperimentare le tante sfumature del linguaggio visivo e di agire in anticipo sui tempi. Esemplare, in questo senso, l’intuizione di vedere nello schermo uno specchio del presente e un vorticoso buco nero affacciato sul futuro.
Un artista che richiede attenzione e pazienza, prima di consegnare a chi guarda le chiavi di accesso alla propria poetica. Riflessioni, queste, che trovano conferma nelle parole del produttore Michele Bongiorno: “Per quanto l’artista sia molto conosciuto tra gli addetti ai lavori, per il grande pubblico resta meno noto. La nostra sfida è riuscire a presentarlo davvero a tutti. Abbiamo scelto Mauri per la sua morale umana, per il suo rigore artistico e per l’importanza della continua ricerca su delle tematiche come la pericolosità dell’ideologia nella comunicazione di massa, il lavoro inizialmente condotto attraverso schermi e proiezioni. Questi sono stati i punti di partenza. Speriamo di avergli reso giustizia”.
Dopo la preview partenopea, il documentario Fabio Mauri – ritratto a luce solida andrà in onda su Sky Arte HD domenica 7 maggio, alle ore 21:15.

– Arianna Testino e Valentina Silvestrini

Evento correlato
Nome eventoSky Arte Festival
Vernissage05/05/2017
Duratadal 05/05/2017 al 07/05/2017
Generefestival
Spazio espositivoVILLA PIGNATELLI
IndirizzoRiviera Di Chiaia 200 - Napoli - Campania
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Arianna Testino
Arianna Testino è nata nel 1983. Ha studiato storia dell’arte medievale-moderna a Bologna e si è specializzata nelle arti contemporanee a Venezia. Appassionata di scrittura e curatela, è interessata all'approfondimento e all'ideazione di attività artistiche a carattere pubblico e sociale.