Lo specchio dell’imitazione. Cornelia Badelita a Torino

Galleria Alberto Peola, Torino – fino al 14 giugno 2017. Sempre attenta al timbro dei diversi codici di pittura e incisione, Cornelia Badelita si è interrogata sull’essenza dell’originale, sulla ripetizione del frammento e sulla sua specularità.

Per Aristotele la mímēsis era la rappresentazione dell’essenza delle cose operata dall’artista. Per i latini l’imitatio era un criterio di attuazione condizionato da un esempio o da un modello. In musica, l’imitazione consiste nella ripetizione in contrappunto di una frase musicale già enunciata da un’altra voce.
Le riflessioni filosofiche, letterarie e musicali si rifrangono nella collezione/personale di Cornelia Badelita (Radauti, 1982; vive a Torino), che ha raccolto copie di quadri antichi – soprattutto cinque, sei e settecenteschi – realizzati negli Anni Novanta del Novecento da anonimi copisti cinesi (i “ritrattisti di Mao”), intervenendo sugli stessi lasciando un segno che conferisce dignitosa rinascita alle opere intrinsecamente orfane. La ritualità della ripetizione del gesto pittorico diventa effigie di una fondamentale ricezione sinestetica che tocca apici di astrattismo e assoluta armonia nella composizione specchiante.

Federica Maria Giallombardo

Evento correlato
Nome eventoCornelia Badelita - Reflecție Repetiție
Vernissage10/04/2017 ore 18
Duratadal 10/04/2017 al 14/06/2017
AutoreCornelia Badelita
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoPEOLA SIMONDI
IndirizzoVia Della Rocca 29 - Torino - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Maria Giallombardo
Federica Maria Giallombardo nasce nel 1993. Consegue il diploma presso il Liceo Scientifico Tradizionale “A. Avogadro” (2012) e partecipa agli stage presso l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Biella (2009-2012). Frequenta la Facoltà di Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Torino, laureandosi nel 2016 con una tesi di ricerca di Filologia Italiana sull’epistolario di Vittorio Alfieri. Partecipa come relatrice alla X edizione della Scuola di Alta Formazione “Cattedra Vittorio Alfieri” nel settembre 2016. Collabora con la Fondazione Centro Studi Alfieriani e con Palazzo Alfieri. È associata alla Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze. Scrive recensioni per la webzine «OUTsiders». In occasione di Artissima 2016, partecipa al progetto “Ekphrasis 21”. Collabora con diversi artisti, tra cui Giuseppe Palmisano, Massimo Brunello e Stefania Fersini, dei quali cura il portfolio e i comunicati stampa.