Bosco Sodi e l’esperienza del colore. A Milano

Brand New Gallery, Milano – fino all’11 maggio 2017. L’artista messicano sbarca per la prima volta nella galleria meneghina, offrendo al pubblico una dettagliata immagine sul colore. Celebrato nella sua dimensione processuale.

Bosco Sodi. In Saecula Saeculorum. Brand New Gallery, Milano 2017
Bosco Sodi. In Saecula Saeculorum. Brand New Gallery, Milano 2017

Una collezione di tele di lino su cui sperimentare la portata materica del colore, dal rosso corallo all’arancio cadmio, dal viola fino al bianco e al nero: fare esperienza del colore poiché, per Bosco Sodi, l’arte consiste nell’azione fisica e creativa della pittura, al pari di una performance. Sta nel processo e non nel prodotto. In Saecula Saeculorum è la prima mostra personale dell’artista messicano, classe 1970, alla Brand New Gallery si Milano.
La traduzione, dal latino, suggerisce un’idea di eternità: nei secoli dei secoli. Senza tempo, a ben guardare, sembrano le mappe monocrome che dalle opere di Bosco Sodi emergono con movimenti quasi tellurici. Una miscela di pigmento puro, fibre naturali, segatura, pasta di legno, acqua e colla origina, incrostandosi, paesaggi primordiali che non conoscono confini, in un all over dell’inconscio. Un solo colore puro esplode sul supporto grezzo lasciato a vista, senza che preesista un’organizzazione ragionata degli spazi ma al servizio di una vibrante energia del gesto artistico.

Giusi Affronti

Evento correlato
Nome eventoBosco Sodi - In Saecula Saeculorum
Vernissage16/03/2017 ore 19
Duratadal 16/03/2017 al 20/05/2017
AutoreBosco Sodi
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoBRAND NEW GALLERY
IndirizzoVia Carlo Farini 32 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giusi Affronti
Giusi Affronti (Palermo, 1985) è storico dell’arte e curatore; vive a Milano e Palermo e lavora nella ricerca su linguaggi e fenomenologie della cultura visiva contemporanea. Si laurea a Palermo e, poi, trascorre due anni tra Milano e Roma per un master in Museologia, Museografia e Gestione dei Beni Culturali, dove impara a sperimentare pratiche di project management e strategie di comunicazione, marketing e fundraising applicate alla cultura. Dal 2011 si occupa di progettazione e curatela di arte contemporanea presso musei, fondazioni, gallerie e spazi indipendenti; ha collaborato con RISO. Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia (Palermo), Farm Cultural Park (Favara), Fondazione VOLUME! (Roma), Nuvole, Galleria X3, neu [nòi] - spazio al lavoro (Palermo). Ha pubblicato saggi e testi in cataloghi e pubblicazioni indipendenti. Oggi è redattore per le testate Artribune e Q Code Magazine, dove è autore di un blog di critica d’arte narrativa, “So Contemporary!”. Di un’isola (panama sulla testa e sandali ai piedi) ha sempre necessità, ché - come scrive Gesualdo Bufalino – “l’insularità, voglio dire, non è una segregazione solo geografica, ma se ne porta dietro altre: della provincia, della famiglia, della stanza, del proprio cuore”.