Dalla caverna alla luna. Immagini della nuova mostra del Centro Pecci di Prato

Il mondo continua a fermarsi e a finire a Prato. Dopo il grande successo con le 65mila presenze della mostra di riapertura, Stefano Pezzato cura un’esposizione di studio e interazione con la collezione permanente.

60 artisti italiani e stranieri raccontano gli ultimi cinquanta anni di storia dell’arte: Dalla caverna alla luna, un titolo che evoca il rilancio della permanente dai magazzini al nuovo anello realizzato dall’architetto Maurice Nio; ma anche il percorso della storia dell’uomo, dalla preistoria alla modernità. Un allestimento dinamico e coinvolgente, fra tele dipinte, installazioni, sculture, accompagna il pubblico alla (ri)scoperta del secondo Novecento, dallo spazialismo di Fontana alle architetture di Karavan, da Kapoor a Pistoletto, da Superstudio alla delicatezza lunare di Fabio Mauri che suggella concettualmente una mostra che va al di là del semplice concetto espositivo, ma si confronta con il mutare degli scenari socio-politici degli ultimi decenni, e stimola l’interesse del pubblico attraverso un percorso di scoperta delle sale e delle opere. Una conferma del nuovo esaltante corso intrapreso dal Centro Pecci, finalmente divenuto il museo della città.

Niccolò Lucarelli

Evento correlato
Nome eventoDalla caverna alla luna
Vernissage07/04/2017 ore 18
Duratadal 07/04/2017 al 28/01/2018
AutoriAndy Warhol , Ketty La Rocca , Jan Fabre, Gilberto Zorio, Pier Paolo Calzolari, David Tremlett, Fabio Mauri, Gino De Dominicis, Marco Neri, Lamberto Pignotti, Vito Acconci, Marco Bagnoli, Valie Export, Pinot Gallizio, Jcj Vanderheyden, Shirazeh Houshiary, Ilya Kabakov , UFO, Chris Sacker
CuratoreStefano Pezzato
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoCENTRO PER L'ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI
IndirizzoViale Della Repubblica 277 - Prato - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Niccolò Lucarelli
Laureato in Studi Internazionali, è curatore, critico d’arte, di teatro e di jazz, e saggista di storia militare. Scrive su varie riviste di settore, cercando di fissare sulla pagina quella bellezza che, a ben guardare, ancora esiste nel mondo.