Dialoghi attorno all’Arno. José Yaque in Toscana

Villa Pacchiani, Santa Croce sull’Arno – fino al 2 aprile 2017. Frutto di collaborazioni eccellenti, i lavori dell’artista cubano riflettono l’eterna mutevolezza della loro fonte di ispirazione: l’acqua e il suo costante fluire.

L’opera di José Yaque (Cuba,1985) è determinata dall’Arno, che scorre accanto alla sede espositiva di Villa Pacchiani, e con il quale la vita dell’uomo e delle cose si relaziona in un eterno divenire. Il fiume, con il suo fluire incessante, diventa metafora della condizione umana e con essa delle sue derive e dei suoi detriti, che segnano il territorio. Due importanti installazioni accompagnate da una serie di dipinti e disegni sono l’esito eccellente del lavoro di Yaque, a seguito della sua residenza presso Santa Croce sull’Arno, resa possibile grazie al progetto Know-how/Show- how. Da tempo l’iniziativa unisce in un sinergico sforzo i comuni di Pisa e Santa Croce sull’Arno, Galleria Continua, Associazione Arte Continua e, da quest’anno, l’impresa Waste Recycling, importante centro di smaltimento dei rifiuti. Un lavoro dalla sensibilità complessa e profonda che, avvicinando arte e territorio, genera fertili scambi e occasioni di riflessione.

Eleonora Angela Maria Ignazzi

Evento correlato
Nome eventoJosé Yaque - Alluvione d’Arno
Vernissage04/02/2017 ore 18
Duratadal 04/02/2017 al 02/04/2017
AutoreJosé Yaque
CuratoreIlaria Mariotti
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoVILLA PACCHIANI
IndirizzoPiazza Pier Paolo Pasolini - Santa Croce sull'Arno - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Eleonora Angela Maria Ignazzi
Eleonora Angela Maria Ignazzi (Putignano, 1982). Pugliese di origine, si trasferisce a Firenze per proseguire gli studi in Storia dell’Arte, con una tesi specialistica in Storia dell’Architettura Medievale. Durante gli anni a Firenze viaggia fra Europa e Stati Uniti, dove vive per alcuni anni, frequentando corsi di approfondimento alla Georgetown University. Negli Stati Uniti inizia ad appassionarsi e ad approfondire lo studio dell’arte e dell’architettura moderna e in particolare di quella americana post ‘900. Nel frattempo collabora con gallerie di arte moderna e contemporanea in Italia e in Europa. Coordinatrice di progetti artistici e condirettrice di un programma di residenza per artisti in Salento; attualmente divide la sua vita fra Firenze e New York, sostando quando possibile nella sua amata terra d’origine.