L’arte e la poesia di Mario Milizia. A Milano

Viasaterna, Milano – fino al 17 marzo 2017. Milizia propone un viaggio introspettivo alla ricerca della sua identità. Reinterpretando gli oggetti artistici in mostra.

La prima personale di Mario Milizia (Milano, 1965) presso la galleria milanese si compone di lavori realizzati in momenti diversi mixando tecniche insolite. L’impresa dell’artista parte dalla riscoperta della sue radici attraverso l’analisi del Dna. La mostra Controcuore rinsalda la sua identità con stratificazioni fisiche a colpi di tinte, parole rimescolate e oggetti incisi. Milizia cambia anche le regole della produzione e, per lasciare un segno di sé, interviene con smalti e bianchetti su pagine ritagliate dal catalogo della collezione permanente del Museo Thyssen di Málaga. Gli arazzi, invece, mostrano le sue poesie ritradotte nelle lingue degli antenati, lo spagnolo, il portoghese, il latino e il greco. Nel passaggio da una lingua all’altra, però, mutano i significanti e il significato, grazie anche al cut-up, il tagliare fisico di uno o più testi per ricombinarli casualmente.

– Lucia Antista

Evento correlato
Nome eventoMario Milizia - Controcuore
Vernissage24/01/2017 ore 17 su invito
Duratadal 24/01/2017 al 17/03/2017
AutoreMario Milizia
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoVIASATERNA
Indirizzovia Giacomo Leopardi 32 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Lucia Antista
Laureata in Filologia moderna, vive a Milano, occupandosi di arte, fotografia e teatro per Libreriamo. Giornalista pubblicista, al limite della grafomania, collabora con varie testate e quando può scrive sul suo blog Luce fu.