Le grandi mostre del Comune di Milano per il 2017. Haring a Palazzo Reale, Kandinskij al Mudec

La città fra 2017 e 2018 metterà sul tavolo 15 milioni di euro di budget complessivi per le mostre, dei quali meno di un milione di euro (400mila euro l’anno) erogati dagli enti pubblici

Keith Haring, Untitled, 1984
Keith Haring, Untitled, 1984

Da Manolo Blahnik a Palazzo Morando a Keith Haring a Palazzo Reale, da Kandinskij al Mudec a Andy Warhol al Museo del Novecento. Il 2017 e il 2018 vedrà una stagione espositiva milanese segnata dal ritorno di artisti ben noti al grande pubblico, anche se proposti attraverso angoli prospettici diversi, e poche, seppur inattese, indovinate novità. La città, come ha precisato l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, grazie ad un dialogo necessario tra pubblico e privato, per stilare un programma che comprende 39 proposte espositive, già fissate in palinsesto, nei due anni metterà sul tavolo 15 milioni di euro di budget complessivi, dei quali meno di un milione di euro (400mila euro l’anno) erogati dagli enti pubblici. Il primo appuntamento svelato ad un pubblico folto è stato Dentro Caravaggio che inaugurerà il 28 settembre 2017 a Palazzo Reale, con 20 capolavori di Caravaggio per la prima volta assieme a Milano. Previsto poi un nuovo percorso su Keith Haring, con About Art (dal 21 febbraio al 18 giugno 2017 a Palazzo Reale), mentre a seguire arriverà New York, New York. La scoperta dell’America. Artisti italiani negli Stati Uniti (1930-1968), visitabile dal 12 aprile al 17 settembre 2017, frutto di una collaborazione tra Museo del Novecento e Gallerie d’Italia.

PRIMA IN ITALIA PER SANTIAGO SIERRA

Altri imperdibili appuntamenti? Manet e la Parigi moderna (8 marzo – 2 luglio 2017, Palazzo Reale), Il mondo fluttuante di Toulouse Lautrec (ottobre 2017 – febbraio 2018, Palazzo Reale), Kandinskij il cavaliere errante In Viaggio verso l’Astrazione (15 Marzo – 9 Luglio 2017, MUDEC, Museo delle Culture). La programmazione del PAC riconferma, secondo l’Assessore Del Corno, una tripartizione di filoni tematici, mettendo letteralmente in mostra una ricognizione su artisti italiani contemporanei (Io, Luca Vitone, dal 3 ottobre al 3 dicembre 2017, a cura di Luca Lo Pinto e Diego Sileo ); la prima antologica in Italia di Santiago Sierra (Mea Culpa, dal 29 marzo al 4 giugno 2017 a cura di Diego Sileo e Lutz Henke) e una rassegna dedicata a scenari contemporanei extra-europei (AFRICA. Raccontare un mondo, dal 27 giugno al 17 settembre 2017, a cura di Adelina von Furstenberg). Altri tre appuntamenti di rilievo dedicati all’arte contemporanea: Vincenzo Agnetti a Palazzo Reale (giugno – settembre 2017), a cura di Marco Meneguzzo; Lucian Freud. Opere dalle collezioni UBS (nella primavera del 2018, alla GAM), prima rassegna dedicata a Lucian Freud mai realizzata a Milano, con opere provenienti da un’unica collezione; e per finire la grande mostra dedicata a Frida Kahlo e curata da Diego Sileo per il Mudec (1 Febbraio – 3 Giugno 2018).

Ginevra Bria

www.comune.milano.it/mostre2017