Una collettiva centenaria. In mostra a Venezia

Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia – fino al 22 gennaio 2017. Cifra tonda e importante quella raggiunta dall’ormai celebre mostra ospite dell’istituzione lagunare. Protagoniste, come sempre, le giovani leve della creatività contemporanea.

Gabriele Del Pin, Rapporto compulsivo con il quotidiano, 2015-2016, 100ma Collettiva Giovani Artisti, Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia, photo Giorgio Bombieri
Gabriele Del Pin, Rapporto compulsivo con il quotidiano, 2015-2016, 100ma Collettiva Giovani Artisti, Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia, photo Giorgio Bombieri

Sigla la conclusione di un anno travagliato per la Fondazione Bevilacqua La Masa l’ultimo appuntamento espositivo del 2016, la 100ma Collettiva Giovani Artisti, allestita negli spazi della Galleria di Piazza San Marco. Complice il numero che la accompagna, la mostra conferma l’impegno dell’istituzione veneziana nel sostenere i talenti di oggi. Tra i 22 nomi selezionati – e alcune proposte dal sapore ancora acerbo – spiccano i quattro artisti premiati: Francesco Pozzato, autore di una stele granitica in cui la memoria affida la propria voce a un codice binario; Daniele Costa, con un video innestato sulla trama di pieni e vuoti che compongono l’esistenza; Fabio Ranzolin, protagonista di un poetico omaggio a Félix González-Torres; e Silvia Cappellari, in grado di dar forma a un dialogo tra i capolavori del passato e i luoghi del presente. Concettualmente d’impatto il residuo della performance compiuta da Gianmarco Cugusi nell’intento di cancellare la propria ombra dal muro. Sul fronte della grafica, invece, il premio è andato a Valerio Veneruso.

Arianna Testino

Evento correlato
Nome evento100ma Collettiva Giovani Artisti / Borsisti della 99ma Collettiva
Vernissage17/12/2016 ore 17
Duratadal 17/12/2016 al 22/01/2017
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoFONDAZIONE BEVILACQUA LA MASA - GALLERIA DI PIAZZA SAN MARCO
IndirizzoPiazza San Marco 71c - Venezia - Veneto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Arianna Testino
Nata a Genova nel 1983, Arianna Testino si è formata tra Bologna e Venezia, laureandosi al DAMS in Storia dell’arte medievale-moderna e specializzandosi allo IUAV in Progettazione e produzione delle arti visive. Dal 2015 lavora nella redazione di Artribune. Attualmente dirige l’inserto cartaceo Grandi Mostre ed è content manager per il sito di Sky Arte, curato da Artribune. Nel 2012 ha pubblicato il saggio "Michelangelo Pistoletto. L'unione di vita, parole e opera" e nel 2016 "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (con Marco Enrico Giacomelli).