Cliché artigianali. Ditte Gantriis a Roma

Frutta Gallery, Roma – fino al 23 dicembre 2016. Archetipo, autenticità e artificio. Sono queste le parole chiave attorno alle quali ruota la personale dell’artista danese nella nuova sede della galleria capitolina.

Ditte Gantriis – Sexual Feeling - exhibition view at Frutta Gallery, Roma 2016
Ditte Gantriis – Sexual Feeling - exhibition view at Frutta Gallery, Roma 2016

Ditte Gantriis (Rudersdal, 1980) presenta Sexual Feeling, il suo secondo progetto personale concepito per Frutta Gallery. Dopo due anni, la giovane artista danese porta a Roma un’installazione inedita, che le consente di misurarsi con la nuova sede inaugurata dalla galleria romana lo scorso settembre. Un crepuscolo, due innamorati e, a una prima occhiata, ci sembra di essere davanti a uno dei cliché più scontati. A uno sguardo più attento, però, non si può non apprezzare l’artigianalità del manufatto che governa lo spazio: un candeliere di enormi dimensioni, che costringe a domandarsi cosa può accadere quando oggetti a noi familiari o di uso quotidiano vengono improvvisamente alterati o – peggio – trasformati in un mero fake, come nel caso degli ammalianti cibi in vetro disseminati per lo spazio espositivo. Qui, esclusa ogni possibilità di consumo, entriamo come semplici spettatori, a cui non resta altro che meditare sulla sovrapposizione sempre più frequente tra genuinità e quanto di più artefatto il sistema costantemente ci propone.

Maria Elveni

Roma // fino al 23 dicembre 2016
Ditte Gantriis – Sexual Feeling
FRUTTA
Via dei Salumi 53
06 45508934
[email protected]
www.fruttagallery.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/57669/ditte-gantriis-sexual-feeling/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Maria Elveni
Nata a Napoli nel 1989, ha conseguito la Laurea Magistrale in Storia dell’arte presso l’Università degli Studi di Siena nel 2014. Ha poi frequentato un Master in Economia e Management dell’arte e dei beni culturali presso il Sole 24 Ore a Roma, città dove attualmente vive. Da circa due anni lavora come assistente esecutiva presso Operativa Arte Contemporanea, realtà dedicata a giovani artisti emergenti; parallelamente, svolge l’attività di Operatrice didattica presso i principali musei e siti archeologici della Capitale. Appassionata di fotografia, le piace scrivere soprattutto di arte contemporanea; per questo motivo segue con profondo interesse la corrente scena artistica italiana. Dal 2015 collabora con diverse riviste.